martedì 30 settembre 2008

Necessario per chi?

Dice Berlusconi che il Lodo Alfano "è necessario".
Dimentica solo di agiungere "per me".
Dice che nel nostro sistema giudiziario "operano alcuni magistrati che invece di limitarsi ad applicare la legge, attribuiscono a se stessi e al loro ruolo un preteso compito etico".
Quindi processare un'alta carica dello stato è "un preteso compito etico" e non lavorare per garantire l'uguaglianza di tutti davanti alla legge.
E conclude dicendo che lui si fida dei giudici (?) perché comunque è "sempre stato assolto".

Io però mi ricordavo di sei prescrizioni grazie alla ex Cirielli e la "riforma" del falso in bilancio e due assoluzioni perché “il fatto non costituisce più reato” (depenalizzazione del falso in bilancio).
Ma sicuramente mi sbaglio.
E mi fa sbagliare il mio odio sociale.

Nessun commento:

Posta un commento

Sproloquia pure tu.