sabato 27 settembre 2008

Soldi, per noi, ce ne stanno?

6 commenti:

  1. Ecco. Le scuole private, essendo roba clericale, morale, disdeducativa in senso culturale ma per il resto altamente formativa (creando il perfetto cittadino berlusclonato) meritano quei finanziamenti che la scuola elementare normale, ad esempio - attuale punta d'eccellenza in Europa e nel mondo, dunque da smantellare al più presto in quanto l'eccellenza culturale puzza di comunismo... Gelmini ma ti esplodesse la testa!!! - non deve più sognarsi.

    Perché finanziare le scuole di Stato dove insegnano Darwin, dove c'è il rischio che qualche profe di scienze miscredente dia due rudimenti di ed. sessuale agli alunni, dove la storia viene studiata e non propagandata?
    L'insegnamento dev'essere di genere, diciamo così "parrocchietta": tanti principi morali e preghierine, tante suppliche da piccoli razzisti (contro i cattivi ebrei? i brutti musulmani?) tanta ignoranza spalmata assieme alla melassa....
    Su questo, Nazinger e la Gelmini si trovano perfettamente d'accordo: la scuola deve al massimo offrire un antipasto di cultura, meno ce n'è e meglio sarà. Per il resto divergono. Nazy vuole una scuola di genere confessionale stretto (per chi è di diversa religione si tace... stella gialla e confinato in una scuola speciale?), la Gelmini pensa che dopo ben 4 ore "perse" dietro i banchi in grembiulino, debba subentrare la vera scuola, la cattiva maestra televisione.

    PS: hai dato un'occhiata al sito del MIUR? Io l'ho fatto - tremando - ai primi di settembre. L'aggiornamento legislativo era inesistente: il sito dedicava ampi spazi alla biografia della Gelmini, saltando ovviamente il lincenziamento per improduttività e la furbata concorsuale. Al posto della normativa, erano doverosamente riportare le sue conferenze stampa...

    (Ed il MOIGE la sostiene nella scelta del maestro unico dispensatore di buona incultura abruttente... Ma perché preferire lei e i suoi maestri unici a me? Ho il cuore a pezzi!!!)

    RispondiElimina
  2. io una scuola privata l'ho fatta.
    Ti assicuro che non era proprio niente di che, anzi faceva proprio acqua da tutte le parti sia dal punto di vista didattico che da quello educativo...
    Ma il tutto costava quasi 7 milioni delle vecchie lire all'anno!

    Se non puoi andare dai preti e simili fidati che sei fortunato: la tanto sbandierata qualità è una leggenda metropolitana!

    kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  3. Ogni anno sempre la stessa storia e sempre le stesse assurde richieste. Con tutti i soldi che hanno ste merde ! Alla fine gira e rigira la Chiesa è la più grande puttana della storia ! tu paghi e loro fanno e più paghi più loro sono a tua disposizione.

    RispondiElimina
  4. ah bene, ci siamo sincronizzate stamattina....

    RispondiElimina
  5. anch'io sono d'accordo con te è assurdo che io con le Mie tasse finanzi la scuola privata dove non manderò Mai mio figlio... posso Solo capire i finanziamenti alla scuola dell'infanzia, purtroppo in italia quelle statali o comunali sono pochissime (monza dove vivo io sono solo 6 0 7) e devi avere un gran fortuna a riuscire ad entrarci... anche se pensandoci bene invece che dare loro i soldi potrebbero crearne di nuove!!! ciao ciao giogio

    RispondiElimina
  6. mia sorella ha lavorato per anni in una scuola privata: non ha mai visto una lira, lo faceva solo per acquisire punteggio. anni dopo ha anche scoperto che non le hanno mai versato i contributi
    e quella scuola era ed è un diplomificio per somari pluribocciati e figli di papà con zero voglia di studiare
    e mi lamento del "mio" magistrale?

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.