venerdì 10 ottobre 2008

Giuliano, mi manchi!

"L'aborto potrebbe tornare ad essere illegale. Se sarà così, migliaia di donne moriranno soffrendo e in solitudine, sia per gli aborti illegali, sia per gli aborti che si procureranno da sole. Le donne povere soffriranno più di tutte, e si registrerà tra loro una più alta mortalità. Il racket dell'aborto intascherà migliaia di dollari, e i medici coscienziosi (comprese le donne che vogliono aiutare altre donne) si esporranno e finiranno -o rischieranno di finire- in prigione"

Adrienne Rich, "Nato di Donna" (1976)
Introduzione del 1986

La cosa impressionante è l'attualità di quello che sto leggendo.

13 commenti:

  1. purtroppo la lotta contro la legge 194 è sempre attuale... finchè in italia ci saranno i Perbenisti e il Clero a comandare non ci sarà pace.
    ciao giogio

    RispondiElimina
  2. Quel che vogliono in realtà non è abolire l'aborto tout-court ma criminalizzarlo, renderlo impossibile alle persone normali, condannarle al fai-da-te semisuicida dei ferri da calza, genuflettendosi alla CEI e gonfiando i portafogli dei cucchiai d'oro operanti esentasse ma già creditori di funerali religiosi anche in caso di suicidio....

    Poi è ovvio: mogli, figlie ed amanti dei kattopolitici pro-embrione troveranno sempre la clinica compiacente e discreta pronta ad ovviare al problema. Ma che l'impiegata, la studentessa, la casalinga possano usufruire di tale opportunità non gli garba. Diritti e cure uguali per tutti... Lola carissima è inconcepibile!!!

    Meglio "franzoneggiare" e far nascere il figlio per accopparlo con tutto comodo: passerai per difensore della famiglia mentre ti autoprocessi e ti autoassolvi in tv... Anzi, suggerisco di spedire alla Franzoni la tessera d'oro del partito antiaborto di Ferrara e scarcerarla per mancato embrionicidio!!!!!

    RispondiElimina
  3. Mettere in discussione l'aborto in un paese civile mi sembra anacronistico, e invece è un argomento di attualità!

    La cosa assurda è che fanno di tutto per aumentare la richiesta di aborti non prescrivendo la pillola del giorno dopo e non informando i ragazzini sulla contraccezione in modo efficace e sistematico.

    Che paese di merda!

    Kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  4. Sai com'è non vogliono che il popolo bue-televisivo abbia anche una vita sessuale sicura ed appagante (uno dei migliori antistress)... Il sesso dev'essere o un'ossessione (vedi le TV soprattutto Mediaset) o un tabù circondato da pregiudizi medievali e rigorosamente gestito da chi se ne astiene per stile di vita e scelta personale (vedi la Chiesa). Non può - o non deve? - essere visto come un normale (e piacevolissimo) aspetto della vita.....
    Il succo è che il sesso puramente appagante e ricreativo (e amoroso perché no? Non mi pare comunque che il sesso televisivo-internettiano sia un'espressione d'amore, anche se ormai la CEI discetta pure sulle giuste posizioni coitali, vedi al capitolo Caos calmo) ma non procreativo ha da essere un lusso. E non potendolo vietare per legge, si cerca di renderlo difficile, rischioso ed insicuro...

    Altro che "cultura della vita" o "inno alla vita"....

    RispondiElimina
  5. Senza entrare troppo nel merito, se si applicasse la vostra logica allora sarebbe opportuno legalizzare il furto, così tanti poveri che rubano nell'ombra non sono costretti a farlo contro la legge rischiando una brutta fine... tanto per fare un esempio.

    RispondiElimina
  6. Ma che ragionamento è?

    Il furto non danneggia le persone nella loro integrità fisica. Un aborto fatto da una mammana (ferri da calza, decotti di prezzemolo, coltelli, uncinetti, stecche d'ombrello, forbici) oltre a uccidere il povero santo embrione rischia seriamente di accoppare anche la madre, sempreché la si ritenga degna di vivere anche senza l'utero perennemente pieno.

    Né mi risulta ch egli oltranzisti pro-life difensori di San Feto e Sant'Embrione utilizzino altrettanta verve a tutela della vita già vita e già nata, contro pedofilia, AIDS, malattie infettive, prostituzione minorile ed altre porcherie....

    RispondiElimina
  7. Mi pare proprio che si stia regredendo al medioevo. E poi...ma che paragone è quello con il furto? Mi pare pretestuoso...

    RispondiElimina
  8. Il vero furto lo fa la Chiesa Cattolica quando riduce tutta la dimensione (complessa) della sessualità umana ad un accoppiamento meccanico, 15 min. in posizione missionario, eterosessualmente, dopo giuste nozze, senza soverchie porcherie e solo quando lei è fertile.
    Un furto di amore, di identità sessuale e - siamo tutti adulti, gridiamolo forte e chiaro - di appagamento.
    Inutile che i moralisti raccontino la palla del sesso "brutto" o "sporco" o "peccaminoso" se non persino "disordinato" e non so che altro.
    Il sesso è una bella cosa. E' sano. Ed è ancora più sano farlo con la testa sulle spalle, col profilattico e se appena possibile con amore. Ma senza inibizioni. E senza timore di gravidanze non volute. Perché figliare conigliescamente mandando i figli allo sbaraglio è quanto di più disordinato, immorale e imperdonabile vi sia nel III millennio...

    E quanto all'embrione... perché ha più diritti lui di tutti noi blogger di splinder messi insieme???

    RispondiElimina
  9. E' impressionante. Non conosco questo libro e quando ho iniziato a leggere il tuo post pensavo che fosse un articolo ripreso da un giornale di questi giorni.
    Ma dopo quello che sta succedendo mi aspetto di tutto... anche che questo torni ad essere realtà.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Ma come! MA COME! non sei d'accordo con la CEI?
    STREGA! STREGA!

    RispondiElimina
  11. utente anonimo11 ottobre 2008 20:12

    sono silvia,
    sono anni che ci provano , ma non credo che ci riusciranno, c'è da dire da parte nostra che si devono denunciare tutti medici che fanno gli obiettori di coscienza e poi fanno gli aborti clandestini, così la facciamo finita, pensa che non danno neanche la pillola del giorno dopo, io direi che chi fà l'obiettore se ne deve stare a casa.
    Lottiamo gente lottiamo, io non ho mai abortito, ma chi vuole fare questa scelta, deve avere il diritto di farlo, pensando sempre che per una donna abortire, non è assolutamente una scelta facile.

    RispondiElimina
  12. Ammora!
    Passa da me che ho un post di quelli che ti piaceranno!
    E un immagine in concessione favolosissima!

    kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  13. Il furto?!
    Santodio, non ho parole.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.