venerdì 3 ottobre 2008

Pora Daniela

Dice che ieri ad Annozero ha passato momenti bruttissimi, che è ancora scossa.
Gad Lerner ha "alzato il livello dello scontro", ricordando che lei è quella che disse che i clandestini li vuole prendere a calci nel culo e poi qualcuno del pubblico l'ha insultata: «Nella pausa pubblicitaria sono piombati da me, mi hanno insultata: "bastarda, delinquente, figlia di puttana, troia", con una tale violenza verbale che sono stata incapace di reagire sul momento».
Che poi come fanno a vivere questi clandestini, tutti col macchinone e pieni d'oro? C'è il rischio di un razzismo al contrario, altrochè.
(Carina sta cosa del razzismo al contrario, ci pensavo stamani mentre mi lavavo i denti).




clan|de|stì|no
agg., s.m.
AU
1a agg., fatto di nascosto, in segreto, spec. di ciò che viola le leggi vigenti o non ha l’approvazione di un’autorità: pubblicazioni clandestine, lotta clandestina, movimento c., bisca clandestina; lotto, totocalcio c., gestito illegalmente da privati invece che dallo stato
1b agg., coppia clandestina, amanti clandestini, coppia di amanti che si incontrano di nascosto perché tradiscono i rispettivi partner
2 agg., s.m., che, chi vive o si trova temporaneamente in clandestinità: immigrato, lavoratore c., che ha passato una frontiera illegalmente per trovare lavoro | che, chi è imbarcato di nascosto, senza regolare biglietto, su una nave o un aereo: passeggero c., c’è un c. a bordo | estens., che, chi viaggia su un mezzo di trasporto senza pagare


Che non significa necessariamente "delinquente":

de|lin|quèn|te
p.pres., agg., s.m. e f.
1 p.pres. ⇒delinquere
2a s.m. e f. TS dir., chi commette o ha commesso un fatto previsto dalla legge come delitto
2b s.m. e f. FO chi commette azioni illecite o criminose: arrestare un d., fermare una banda di delinquenti
3 s.m. e f. FO estens., persona malvagia o disonesta, mascalzone: avere un’aria, una faccia da d., agire, comportarsi da vero d. | fam. o scherz., briccone, birbante: quel ragazzino è proprio un d.!
4 agg. BU lett., colpevole: un gesto d.



Questo giusto perché, come disse Nanni Moretti, "le parole sono importanti".

10 commenti:

  1. io non ne ho visti di neri con il macchinone, ieri sera. Ho visto gente che si lamentava che portano via il lavoro, per chi e' disoccupato cronico da 30 anni e' un bel problema.
    A schivarlo sempre....

    RispondiElimina
  2. Gad e' stato grande, non basta andare in tv tutte le sere per essere elette...

    RispondiElimina
  3. Incapace di reagire sul momento? Ma mi faccia il piacere.

    RispondiElimina
  4. utente anonimo4 ottobre 2008 22:09

    ciao sono silvia, visto che in televisione, non è che non hanno fatto vedere il cartello che mi hai fatto, non hanno fatto proprio vedere la manifestazione, mi dici che cosa ci avevi scritto, sono curiosa.

    RispondiElimina
  5. il sentimento di comprensione e stima per la Santa_donna mi nasce spontaneo non appena vedo comparire in tv le sue labbrone che parlano di patria, nazione, valori dei gggiovani, di diritti (solo ed esclusivamente per chi se li merita ovvio)... è proprio una cosa che mi nasce spontanea....!
    ciao
    (ieri io sono arrivata tardi come prevedevo)

    RispondiElimina
  6. Ma tu lo sapevi che il cognome che usa la Sora Daniela non è mica il suo, ma quello del suo primo marito, che lei cornificò e restando incita di un altro uomo, il suo secondo marito!
    Quelli di destra amano talmente tanto la famiglia e difendo i valori che se non ne hanno due non sono contenti!

    kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  7. Le hanno detto ciò che i suoi camerati dicono abitualmente di chiunque "osi" avere la pelle scura/ praticare una religione diversa dalla kattolika o nessuna religione/ essere gay/ di sinistra/ anticonformista...
    Anzi - una versione purgata di quanto i fasci duri-e-puri dicono di chiunque si permetta d'essere "diverso". E poi i fasci passano anche all'atto. Mica contestano e basta. Pestano, sfasciano... e di questi tempi lo sappiamo bene.

    Ma tutto questo Daniela non lo sa... O finge di non saperlo. Il che è peggio.

    RispondiElimina
  8. Silvia: "Sono qui anche per Silvia che non è potuta venire", giusto una comunicazione di servizio.
    Ma la pioggia me l'ha smangiato in fretta...

    Si, sapevo la faccenda della pora Daniela, ma tanto poi lei va dal papa e passa tutto, mica è come noi.

    RispondiElimina
  9. La santadechè usa quel cognome per sentenza. Il marito era un chirurgo estetico e lei ha fatto le pubic relation (la ha data a ritta e a manca) lui è diventato ricco e famoso e lei ha avuto diritto al cognome. Avesse preso il cognome di tutti queli che se la sono ingroppata, avrebbe la Treccani al posto del bigletto da visita.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.