lunedì 26 gennaio 2009

Autarchia unica via

Allora al centro storico di Lucca non si può mangiare etnico. Si mangerà solo cucina italiana e in ogni menù dovrà esserci almeno un piatto tipico lucchese. Il tutto "al fine di salvaguardare la tradizione culinaria e la tipicità architettonica, strutturale, culturale, storica e di arredo non è ammessa l'attivazione di esercizi di somministrazione, la cui attività svolta sia riconducibile ad etnie diverse".

Inoltre gli arredi dovranno essere 'confacenti al centro storico stesso' e quindi dovranno fornire: 'sedie in legno, arredamento elegante e signorile anche nei dettagli'. Il personale, poi, dovrà indossare una "elegante uniforme adatta agli ambienti nei quali si svolge il servizio".

Basta kebab e falafel, riso alla cantonese, ma anche escargot e nouvele cousine...
Che tristezza.

6 commenti:

  1. Bhè io sono daccordo di preservare le tradizioni cittadine ... ma questa mi sembra proprio una gran cazzata !

    RispondiElimina
  2. Se chiudono anche le pizzerie la cosa potrebbe essere accettabile...
    In centro solo cucina toscana, può essere una scelta strategica e anche carina, infondo il centro di Lucca è piccolissimo, basta camminare un Km e sei fuori, se ci sono 50 ristoranti è tanto.
    Arguzia non è come Roma...
    Probabimente il centro di Roma è più grande di tutta Lucca...

    Kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  3. Ma io capisco bene le differenze tra Lucca e Roma. E come Simoacab sono favorevole alla salvaguardia delle tradizioni locali: per me la trippa alla romana dovrebbe essere dichiarata patrimonio dell'umanità e dovrebbe essere presente in ogni menù degno di rispetto... ma trovo agghiacciante l'accento posto sull'etnia. Voglio dire, un conto è imporre un certo decoro, che in un piccolo centro come Lucca che campa grazie soprattutto al turismo è necessario, un conto è penalizzare deliberatamente chi non è un genuino toscanaccio.

    RispondiElimina
  4. Se non fosse che la mentalià alle spalle di tale provvedimento è a dir poco agghiacciante, mi verrebbe da commentare: ma chi ha scritto quest'ordinanza farsesca, Barbie prima di uscire a cena con Ken sulla loro coupé di plastica???

    Suppongo che d'ora in avanti i ristoranti lucchesi esibiranno divieti e prescrizioni a metà tra il tragico "Questo negozio è ariano - vietato l'ingresso agli ebrei e ai cani" del fascismo ed il regolamento condominiale... Hmmm, una cosa del tipo:

    1. Gay e coppie di fatto non graditi;
    2. Vietato l'ingresso ai clienti troppo grassi o troppo magri;
    3. Vitato l'ingresso a donne senza gioielli o con più di un foro per lobo ed a uomini con l'orecchino;
    4. Vietato l'ingresso alla clientela sciatta e senza almeno una "griffe" sull'abbigliamento;
    5. L'ingresso sarà subordinato alla presentazione della tessera di Forza Italia e/o al certificato di battesimo;
    6. Le donne in stato interessante saranno ammesse solo se regolarmente sposate già all'epoca del concepimento;
    7. Non sono ammessi clienti non italiani e non cristiani, a meno che non siano il cuoco ed il lavapiatti.

    Etc. etc.

    Seriamente, l'autore di questa farsa sa che lo yogurt (il cibo più buono del mondo) non è italoariano ma ... horresco referens, bulgaro???
    Ora vado a difendere il mio frigo colmo di cibi sovversivi da un eventual blitz...

    Un abbraccione.

    RispondiElimina
  5. Chissà se riescono a far sloggiare anche McDonald dal centro di Firenze o se vale solo per chi viene da sud...

    RispondiElimina
  6. No, il Mac Donald's può restare. Oddio, mo' che gli americani c'hanno il presidente abbronzato non so se cambierà qualcosa.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.