venerdì 9 gennaio 2009

Senza futuro

A Blob ho visto le immagini delle varie manifestazioni per la Palestina di questi giorni.

Cortei in tutto il mondo a denunciare gli orrori di Gaza. Migliaia di persone a gridare “Palestina libera”.


Da qualche parte un gruppo di bambine col velo urlava cose a me incomprensibili. Una di loro urlava più forte delle altre. Non so cosa gridassero, ma quei visi mi hanno fatto una strana impressione.

Ho pensato che intere generazioni non hanno futuro. Bambini e ragazzi che crescono in mezzo all’odio, alla guerra, con la costante minaccia di morire o di veder morire i propri cari.
Bambini e ragazzi che non avranno futuro, che continueranno a odiare, che moriranno, che uccideranno.
E intanto ancora bombe su Gaza, in nome della “pace”.

C’è più merda intorno alla pace che nel resto dello schifo che ci circonda.

Bambine che urlano con una rabbia che io provavo solo quando mi proibivano il gelato la sera. Bambini vestiti da martiri coi fucili in spalla, in un tragico teatro di quello che forse sarà.

Bambini e ragazzi che crescono pensando che la loro vita non conti abbastanza.


1 commento:

  1. Nessuno bambino dovrebbe urlare con tutta quella rabbia per un motivo diverso dal gelato priobito.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.