mercoledì 18 febbraio 2009

Aggiornamenti

Giorni fa avevo parlato delle 46 maestre di religione assunte a Milano su segnalazione della curia e pagate dai milanesi (qui).
Giustamente qualcuno s'è fatto girare le palle, visto che la curia ordina e il comune esegue e soprattutto paga.
Quindi pare che qualcuno -famiglie, politici, sindacati- abbia protestato.
Interessanti per quello che riguarda l'essere laico del sistema educativo italiano sono le parole di tale
Giulio Gallera, capogruppo di Forza Italia: «E'importante che già alle materne si abbia una chiave di lettura cattolica e positiva della vita».
Quindi i soldi per l'inglese no, per le sostituzioni no, per le gite e i laboratori no, per l'indottrinamento religioso si.

Aboliamo il concordato!!!

6 commenti:

  1. Certo che qui da te se ne imoarano sempre. Questa non la sapevo. CHe dire? Io non lo so più che dire.

    RispondiElimina
  2. Io abolirei lo studio della religione cattolica a scuola, se uno vuole educare i bambini alla fede li mandi all'oratorio!

    RispondiElimina
  3. che te devo dì... Indottrinamento anche occulto, te l'ho raccontato cosa ho trovato appeso nella classe (scuola statale dell'infanzia) dello gnomo?! dei bellissimi disegni fatti dai bambini che seguono l'ora di religione con un bellissimo sole e sotto la scritta "dio c'è", ok hanno 3 anni e non sanno leggere però...

    RispondiElimina
  4. Mio padre avrebbe distrutto la scuola...
    Comunque è davvero agghiacciante. Quasi quanto il fatto che ovviamente tutto passi sotto silenzio.

    RispondiElimina
  5. "Chiave di lettura cattolica e positiva"... La dice lunga... insomma la scuola come parrocchietta, tutti buonini e bellini e tanta religione... a proposito, che significa l'accostamento del "positivo" a "cattolico"? Le altre visioni della vita sono negative? Non sono gradite?

    RispondiElimina
  6. Queste cose mi fanno davvero innervosire !!!!

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.