mercoledì 4 febbraio 2009

Delatori

de|la||re
s.m.
CO chi denuncia fatti o persone alle autorità per interesse personale, spec. in forma anonima

Durante il ventennio si veniva pagati per ogni succulenta denuncia: ebrei, partigiani, comunisti, gente che visto che ti stava sulle palle meglio denunciarla a buffo che non si sa mai...
Mi ricordo che da ragazzina mi sono incazzata come un toro quando ho scoperto che la famiglia Frank era stata denunciata. E i racconti di mia nonna sulla paura di essere denunciati perché suo padre al sabato fascista non ci andava mai e invece della camicia nera c'aveva solo il colletto e i polsini.

Nel 2009 il governo chiede ai medici di denunciare i pazienti clandestini, ma per colpa di quella cosa che si chiama deontologia e quell'altra che si chiama Giuramento di Ippocrate, ha incontrato qualche resistenza.

Ma per fortuna esistono i leghisti.

Quindi, mentre a Roma il SindacoDegliAltri prima dice denunciate («È corretto che i sanitari denuncino i clandestini che vanno al pronto soccorso per le cure»)
e poi pare abbia fatto un passo indietro al telefono con Aiuti, Presidente Commissione Sanità del comune,  a Turate c'è il nuovissimo ufficio-delazioni, aperto ogni Giovedì dalle 12,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 15,30

Qui gli onesti cittadini potranno "autotutelarsi", ma "senza razzismi".
Che poi lo fanno anche per loro, per rendere migliore la loro triste esistenza: «Perché serve anche per impedire il fenomeno degli affitti in nero, con proprietari che chiedono canoni altissimi e gli irregolari che, per pagare, dormono in dieci in due stanze. In qualche modo serve anche alle persone non in regola, per far capire loro la necessità di entrare in un percorso di legalità», ha detto il sindaco Carioni (anche presidente della provincia di Como, leggo).
Quindi il fenomeno degli affitti in nero non si combatte andando a punire il ladro che ti affitta casa a prezzi indecenti, ma il poraccio che ci abita e che magari la mattina viene a pulire casa tua, a curare i tuoi vecchi, a lavorare nella tua fabbrichètta.





[Grazie Ale che sta al Nord]

1 commento:

  1. questa cosa non può che lasciare indignati ! Spero che i medici si ribellino a questo atto d'infamia.
    A Milano il 27 Gennaio hanno cercato di chiudere l'ambulatorio medico popolare dove tanti immigrati si curano. Sfratto rimandato al 22 Aprile. una vergogna !

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.