sabato 21 febbraio 2009

Matrice politica (?)

I fascisti menano, spesso accoltellano, si sa. E da quando sono piccola che quando vado ai cortei mia madre mi dice di stare "attenta a quelli lì", che mi sconsiglia di uscire da sola con simboli in vista.
Le aggressioni sono continue. Si picchiano e minacciano i gay, i ragazzetti con la maglietta del Che all'uscita dai centri sociali, gli extracomunitari e via così.

Di solito i loro amici ripuliti che siedono in Parlamento o nei consigli comunali minimizzano: non c'è matrice politica, si tratta di episodi isolati.
Qualche tempo fa vennero picchiati due ragazzi dopo un concerto per Renato Biagetti, ucciso "senza matrice politica" a Focene. Il SindacoDegliAltri faticò non poco a dire che non c'era la certezza che l'aggressione fosse politica.
E ci sono altre decine di casi in tutta Italia (su antifa c'è l'elenco), che vengono accantonati come scontri tra teppisti, atti di bullismo e cose così.

Ieri è stato aggredito un compagno del Prc proprio sotto la sede del partito dai fascisti che attaccavano manifesti.
Aspetto il comunicato del SindacoDegliAltri. Secondo me dirà che il compagno rompeva i coglioni perché i manifesti erano storti e stropicciati e quindi hanno dovuto dargli una lezione.

Ora, io non è che voglio per forza prendermela con lui o con i suoi amici al governo, ma credo sia sotto gli occhi di tutti che da quando ci stanno loro, la "manovalanza" fascista ha rialzato parecchio la testa.

3 commenti:

  1. Ecco... ronde vs. pestaggi fascisti? Serviranno a qualcosa?

    RispondiElimina
  2. e bhè ora sono legittimati .... e protetti soprattutto !
    ogni tanto qualche ronda becca i ragazzotti sbagliati però ...

    RispondiElimina
  3. l'ultima delsindacodeglialtri

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.