venerdì 27 febbraio 2009

Meno cornetti per tutti.

A Roma ci sono un paio di posti dove mangiare il cornetto prima di tornare a casa la notte è una goduria indescrivibile.
C'è il Maritozzaro a via Ettore Rolli che come dice il nome, fa dei Maritozzi con la panna che sono uno spettacolo.
E poi il Sorchettaro a via Cernaia, che sia sempre benedetto, che ti da una Sorchetta doppio schizzo che fa paura tanto è buona.
Poi vabbè, a me ogni tanto viene una voglia pazzesca di kebab e falafel o di pizza bianca con la Nutella...
Per non parlare del gelato quando fa caldo...

Ma mi sa che al SindacoDegliAltri non piace andare a letto con lo stomaco pieno, quindi ecco arrivare l'ordinanza: ai laboratori artigianali è fatto "divieto di vendere cibi da asporto oltre l'una di notte".
Per quanto riguarda circoli e associazioni culturali, l'orario di chiusura è fissato alle 2, a meno che non ci sia intrattenimento musicale. Solo che per la proroga servirà essere dotati di telecamere e radiotaxi per portare a casa gli sbronzi (il SindacoDegliAltri è una cifra amico dei tassinari). Praticamente serve il marchio del comune.

Il coprifuoco è arrivato.

3 commenti:

  1. BUONO il maritozzo con la panna...
    che cos'è la Sorchetta?!
    huuu quando Ero GiovaneGGiovane, anch'io prima di rincasare andavo a prendere le paste calde appena sfornate, diciamo che però era la mattina presto presto e di frodo passando dal retro del negozio!

    RispondiElimina
  2. Ne sono convinta... mhhhhh, dopo questa descrizione dovrò venire a roma ad assaggiarla!!!

    RispondiElimina
  3. Nooooooooo!
    il sorechetto è una specie di istituzione, non si può mangiare prima dell'una!
    E' praticamente rovinare l'atmosfera!

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.