domenica 15 febbraio 2009

Misure anti stupro

Ma si può impedire lo stupro per decreto?
Non sarebbe manco male come cosa.
Decreto: "Da oggi è fatto divieto a tutti di usare violenza, indipendentemente dal passaporto di vittima e carnefice".
Già che ci siamo si potrebbe vietare di stuprare i bambini, di picchiare le mogli, di ridurre donne in schiavitù, di ammazzare i lavoratori e tantissime altre belle cose.
Solo che mi sa che non si può. Sarebbe bello, ma non si può.

La risposta proposta dal governo è -di nuovo- la militarizzazione delle città e soprattutto controlli a tappeto nei campi rom e nelle baracche abitate da extracomunitari.
Anche qui, magari il problema fosse così circoscritto. Lo stupro sulla donna Rumena da parte dell'italianissimo fidanzato della sua datrice di lavoro, dimostra (casomai ci fosse bisogno di dirlo) che lo stupro non ha nazionalità: lo fanno gli uomini. Punto. Vero è che uno stupratore straniero "vende" meglio.

Come si può pensare che le ronde o i militari potranno far cessare gli stupri?
I militari non servono a niente, se intanto la polizia ha sempre meno risorse (e io certo non sono una fan delle guardie).
I maschi possono violentarci e lo fanno, il luogo di nascita conta ben poco.

3 commenti:

  1. io mi sto informando su un corso di arti marziali così prendo capra e cavoli: rassodo il culo e imparo a difendermi!

    Kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  2. ci prendono talmente tanto per il culo, ma talmente tanto, che ci vogliono far credere che fino ad ora invece si potesse stuprare con il consenso della legge. ma da oggi grazie a dio che ci ha donato silvio e la lega potremo dire a dio a questo odioso crimine

    RispondiElimina
  3. sante parole ! per ogni problema : repressione !

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.