sabato 14 febbraio 2009

No Vat 2009

E anche quest'anno in piazza per il No Vat, per la laicità, per la parità di diritti, per cacciare i preti "fuori dalle mutande". Per denunciare l'asservimento della politica italiana al vaticano (se mai ce ne fosse il bisogno).
Abbiamo urlato che "siamo tutti antifascisti" e che se loro vengono sdoganati e girano con le lame, noi dobbiamo tornare all'antifascismo militante, perché quello "dei piagnistei" non serve a niente.
Abbiamo urlato contro la legge 40, abbiamo ribadito la nostra volontà di scegliere come vivere e come morire.

Bella gente, facce sorridenti. Poche bandiere di partito e comunque sparse. Tanto UAAR, ma soprattutto tante cupole sbarrate.
E poi famiglie intere, coppie, amici, tutti a ballare e strillare.

Siamo partiti da Piazza Esedra e all'inizio ho pensato che eravamo pochi, ma quando il corteo si è mosso, con le musiche e gli slogan, sono stata completamente rapita.
E allora ho ballato anche io, ho urlato e quasi non ho più voce. E mi hanno fatto un sacco di foto perché avevo il cappello più bello del corteo (da orso, peloso e con delle orecchie enormi, regalo cinese dell'AmicoP).
Siamo entrati a Campo De'Fiori tra turisti e passeggianti incuriositi. Qualcuno si è anche messo a ballare con noi, nonostante il freddo.

Appuntamento (purtroppo) all'anno prossimo.

5 commenti:

  1. Purtroppo non è cambiato niente, con rispetto per te e gli altri manifestanti, parlando.

    RispondiElimina
  2. ottimo!! grazie!
    .. e ora vado a cercare qualche articolo con foto di manifestante con cappello da orso! :-)

    RispondiElimina
  3. è importante essere in tanti !!!!!

    RispondiElimina
  4. utente anonimo16 marzo 2009 01:00

    Se fossimo stati e state in un milione sarebbe cambiato qualcosa :)
    Con tutto il rispetto... ci riproveremo l'anno prossimo!

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.