martedì 3 febbraio 2009

No...

Non commenterò le geniali uscite di Formigoni (Eluana ha "una vita piena").
Non commenterò i preti che chiedono di fermare "la mano assassina".
Non commenterò le minacce (perché dire "stiamo valutando" è, in questo caso, una minaccia) di Sacconi.

Ma voglio esprimere tutto il mio disprezzo per la gente raccolta sotto la clinica che "manifesta" e dice "lasciamola vivere".
E non commenterò nemmeno le parole di tale Maria Grazia Colombo presidente dei Genitori delle scuole cattoliche: "Trovo terribile questo trasferimento fatto in piena notte come se ci fosse qualcosa da nascondere rispetto le decisioni del padre ma i figli non sono nostri, non sono di nessuno ed Eluana ha tutto il diritto di vivere".

2 commenti:

  1. Mia sorella ha studato la questone per via del suo lavoro.
    Lei mi ha detto che nella famiglia Englaro c'era stato un procedente, uno zioa che era rimasto in stato vegetativo, quindi probabilmente Lei aveva a vuto occasione di parlare con i familiari della questione e quindi aveva espresso una preferenza su cosa avrebbe voluto se si fosse verificato quello che poi si è verificato...

    Ma a prescindere da questo la decisione spetta ai familiari, non allo stato o all'opinione publica!

    Kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  2. Forse la buona signora (in odore di MOIGE, cara mia) avrebbe preferito la platealità quasi pornografica diurna, l'esibizione teatrale del povero corpo di Eluana (che non è più la ragazza bellissima e sorridente delle foto... quella ragazza è andata irrimediabilmente perduta una notte di ghiaccio del 1992 e non voglio immaginare che cosa sia rimasto su questa terra di lei) e tutti gli isterismi americanoidi che contraddistinguono il protagonismo pro-life....

    Una sola immagine, di ieri notte, mi ha lasciato frastornato: lo sguardo di Beppino Englaro chiuso in auto, sotto la pioggia nella notte, non può entrare in una clinica piena di dolore perché i "buoni" usurpano la voce muta di sua figlia per farsi pubblicità... Un padre solo, taciturno e dignitoso, che viene circondato da isterismi urlanti che di lui e di sua figlia (posso dirlo?) secondo me sostanzialmente se ne infischiano....

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.