martedì 10 febbraio 2009

Stima&Disprezzo

Io devo avere una malattia. Comunque sono masochista.
Io leggo (on line, ovviamente) Il Giornale, Libero e Il Foglio. Ma soprattutto faccio spesso un salto sul sito di Socci.

Questo l'incipit del suo ultimo intervento:

"Che spettacolo. Ogni giorno valanghe di fango, da quei cannoni che sono i mass media e i potenti di questo mondo, contro la Chiesa. Ogni giorno oltraggi, calunnie, dileggi. E lei, bella, dolce, inerme, indifesa che subisce cercando – come una madre premurosa – di proteggere i suoi figli più piccoli dallo scandalo continuo. Come si fa a non amare questa Chiesa, così vulnerabile, indifesa, così umanamente povera da rendere evidentissimo che è sorretta dalla presenza formidabile di un Altro."

Strepitoso, se si pensa che in Italia la chiesa sta dimostrando un'arroganza che schiferebbe Gesù molto più dei mercanti nel Tempio.
"Bella, dolce, inerme e indifesa", come quando dice a Beppino Englaro che è un assassino.
"Vulnerabile e indifesa", come quando ordina allo Stato Italiano di inventarsi una legge in fretta e furia.
"Povera" come i vestiti del papa e gli arredi di San Pietro, come i palazzi su cui non paga le tasse.

Come ho detto parecchie altre volte, io sono irrimediabilmente atea, ma a differenza dei cattolici nostrani, io nutro il massimo rispetto per chiunque. Perfino per la chiesa.

Io rispetto quei preti che stanno davvero tra gli ultimi, quelli che se ne fregano delle stronzate che gli vengono imbastite perché credono che il loro unico scopo sia aiutare a fare del bene.
Stimo quelli che vivono nelle favelas brasiliane coi poveracci e lottano con loro per la sopravvivenza.
Stimo quelli che attaccano le mafie.
Stimo quelli che si sporcano le mani nei paesi poveri, alla faccia dei super anelli papali.

Ecco, questi si.
Ma i preti che se ne stanno comodi sulle loro poltrone e sputano sul dolore reale, giudicano e ammoniscono, quelli no. Quelli li disprezzo.

4 commenti:

  1. io anche...
    Ma lo sai che invece te ti adoro?
    kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  2. giusto per sdrammatizzare un pochettino e ridere di noi stessi, ogni tanto si può, vai qui:
    http://2.bp.blogspot.com/_zGAVUg8tsOE/SYwFwCfnjEI/AAAAAAAABFY/GMeMVVP4zdM/s1600-h/EMO_08.gif

    e fatti due risate!
    kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  3. E menomale che la Chiesa non è solo quella voce, ma tante mani e gambe che in silenzio portano solidarietà dove ce n'è bisogno.
    Un saluto!

    RispondiElimina
  4. vorrei capire come fai. insomma, io ci sono momenti che vomito pure leggendo repubblica, e tu ti cimenti così in alto. meriti una menzione.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.