domenica 5 aprile 2009

Ducetto

Il tavolo alla CGIL glielo darebbe in testa e per quanto riguarda i giornali, è tentato da "azioni dure".
C'è qualche illustre precedente in "azioni dure" contro la stampa che dissente. E se non vogliamo andare troppo indietro negli anni, si può pensare a quello che succede -ad esempio- nella Russia dell' "amico Putin".

Eccolo il ducetto del duemila.
Questo è il rispetto che ha Berlusconi per le libertà democratiche e per il dissenso.
Complimenti a chi l'ha votato, davvero. Ci vuole parecchio stomaco.

2 commenti:

  1. Il ducetto ora lecca e lecchina i media promettendo mirabilia su macerie e sangue. E' orribile. Giuro, sentendo prima la sua voce mi sentivo proprio male... I media e la lingua lecchinante dei media.

    RispondiElimina
  2. dice stronzate, nn è tentato da nulla, fa la commedia per mantenere alto il pathos. tanto tutti i media che contano ce li ha. nn gliene frega niente di quello che scrivono quattro giornali in croce o su internet. quelli che nn l hanno votato rimangono minoranza.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.