giovedì 2 aprile 2009

Fascisti

Il Guardian qualche giorno fa ci ha fatto sapere (si sa, in Italia da soli non ci arriviamo a certe sottigliezze) che c'è "un' ombra di fascismo". Io me ne ero accorta da tempo, visto che vivo a Roma e tutti sappiamo -o dovremmo sapere- chi è e da dove viene il SindacoDegliAltri.

Comunque, rimando alla traduzione di Demopazzia (nella speranza che non se ne abbia a male) perché a me non va di farla.
Di nuovo ci vuole uno "straniero" per ricordarci che da quando è "sceso in campo",  Berlusconi "ha usato la sua carriera politica e il suo potere per difendere se stesso e il suo impero mediatico dalla legge".
Fanno sapere a chi non se ne fosse accorto che in questi anni non solo Berlusconi ha consolidato il suo potere sui media italiani, ma "ha fatto passare delle leggi che gli garantiscono l'immunità". Qui ancora stanno cercando di capire che cosa mai possa significare "ad personam"...

Visto che al Guardian so' seri, non manca anche un colpetto alla "sinistra", che non è stata capace di costruire una vera opposizione. Certo, ce so' tutti boni a sparà sulla Croce Rossa.

Ed ora la fusione con An, che "deriva direttamente dalla tradizione fascista di Benito Mussolini".
Ecco.
Qui se dici una cosa del genere ti prendono per un pazzo o per un AmicoDeiTerroristiComunistaBolliBambini.

"Diversamente dalla Germania postbellica, l’Italia non ha mai fatto davvero i conti con la sua eredità fascista. La conseguenza è che mentre in Germania il neofascismo non è mai veramente tornato a galla, in Italia ci sono molte importanti continuità – tra queste, leggi e ufficiali ereditati dall’era Mussolini e la rinascita postbellica del rinominato partita fascista – a dispetto della dichiarata cultura pubblica antifascista." [Ctrl+C/Ctrl+V dal citato Demopazzia]

Insomma, un conto sono i naziskin che vanno in giro a pestare qualcuno, un altro è avere certa gente al governo.
Il Guardian dimentica di come partiti di fatto fascistissimi come La Destra di StArace o Forza Nuova siano stati sdoganati da Berlusconi pur di vincere le elezioni.

E infatti Domenica prossima, il 5 Aprile, ad appena 20 giorni dalla festa della Liberazione, i fascisti di Fn si danno appuntamento a Milano, insieme agli amichetti del resto d'Europa.

Ma c'è da stare tranquilli, perché, dice Fiore: «Noi siamo e ci comporteremo da gentlemen, a differenza degli estremisti di sinistra conosciamo il significato della parola democrazia e continuiamo a credere che a tutti debba essere garantito il diritto di esprimere le proprie idee». Poi al massimo si tirano fuori i coltelli, ma quella è un'altra storia.








3 commenti:

  1. domenica proprio una butta giornata qua a Milano ...

    RispondiElimina
  2. perchè me ne dovrei avere a male? anzi più si diffondono certe notizie e meglio è! sarebbe meglio invece non si diffondessero quei dementi fn

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.