venerdì 24 aprile 2009

Parte Civile

Fine estate 2008-Una coppia di turisti olandesi che gira l'Europa in bici si accampa a Ponte Galeria, Roma.
Vengono massacrati di botte e lei è violentata sotto gli occhi del marito.
Gli aggressori sono due rumeni: la stampa e la destra gongolano: c'è modo di trarne qualcosa di "buono" in nome della lotta alla criminalità e della sicurezza di Roma.

23 Agosto 2008- "Se due turisti si vanno ad accampare in un posto abbandonato da dio e dagli uomini, è difficile garantire la loro sicurezza". Ha detto il SindacoDegliAltri. Chissà se si è accorto subito di averla detta veramente troppo grossa o se gli ci è voluto un po'.
02 Settembre 2008- Il SindacoDegliAltri vede i due olandesi: "Saremo molto duri e presenti, perché la lontananza delle due vittime non deve essere un alibi per allontanare la presa su queste due belve"

29 Gennaio 2009- Una delibera approvata all'unanimità prevede che il Comune di Roma si costituirà parte civile in ogni processo per stupro (a meno che non si tratti di una donna rumena stuprata dal marito della titolare del call center in cui lavora).

Aprile 2009- Il Comune di Roma si è dimenticato di essere parte civile. Hanno detto che non sono stati avvisati dell'udienza. Solo che pare che la notifica debba essere data solo all'accusa e alla difesa e che gli altri devono informarsi per fatti loro.
Ieri il pm ha chiesto per quelle due bestie 18 anni di reclusione (un po' pochini, secondo me) e il 7 Maggio 2009 ci sarà la sentenza. Quindi il SindacoDegliAltri spreca il fiato quando dice "ci costituiremo alla prima udienza utile". Stessa cosa, comunque, è capitata con le udienze dell'omicidio Reggiani, dove pare che nessun legale del Campidoglio si sia mai fatto vedere.


In nome della sicurezza e sulla pelle delle donne si è fatta una campagna elettorale vergognosa. Hanno vinto e si sono di nuovo girati dall'altra parte. Che resti un problema delle donne o di campeggiatori sprovveduti!






Grazie a L'Unità per la cronologia degli eventi e le dichiarazioni del SindacoDegliAltri.

5 commenti:

  1. le solite promesse volate col vento !!!!
    certo che tra Roma e Milano una bella gara di stronzi

    RispondiElimina
  2. ma forse quando la destra parla di scurezza intende che le 4 + alte cariche dello stato avranno la sicurezza di nn essere processate..

    RispondiElimina
  3. Ah, dici che siamo noi che ci sbagliamo ogni volta?

    RispondiElimina
  4. tesora si sa che se ci stuprano è sempre e comunque colpa nostra perché ce la siamo cercata!
    Amen

    RispondiElimina
  5. Lo stupro (quando è strumentalizzabile) si "combatte" solo il giorno dopo urlando forte sui giornali e volendo tutti "proteggere" la vittima, quasi questa non fosse in grado di decidere da sola. Ma dopo l'urlata giornalistica, dietrofront e arrivederci, lo stupro non esiste (e se esiste è colpa delle donne) e comunque si sa Maria Goretti non preferì morire, come osano adesso farsi stuprare e non martirizzarsi?

    Lo schifo impastato in politica. Perché questo è lo stupro: schifo, schifo totale, pura abiezione. Buono per un po' di propaganda, per il resto inutile e imbarazzante (e come dimenticare i "camerati" Izzo Guido e Ghira, che certamente oggi urlerebbero che tutti gli stranieri sono stupratori... stupratori par loro).

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.