giovedì 23 aprile 2009

Pausa pranzo

Esco in pausa pranzo e decido di mettermi sulle scalette di una chiesa a studiare.
Mi siedo.
Mi giro una sigaretta.
Apro il libro.

Scolaresca impazzita che urla come se ci fosse un pazzo con una sega elettrica all'inseguimento.
Commessi che "parlano" e commessa n°1 che dice che è una vita che spera di mangiare a vomitare, che l'anoressia è il suo sogno.
Venditori ambulanti con quei cosi insopportabili che se li lanci in aria fanno il rumore di mille cicale incazzate.
Ragazzetti stranieri che prima tirano il pane ai piccioni e poi urlano come ossessi perché c'è l'invasione.

Alè!

1 commento:

Sproloquia pure tu.