giovedì 7 maggio 2009

La Lega mi fa schifo

Maroni felice e contento stenta a dire "abbiamo cacciato a calci in culo più di duecento stronzi che sono venuti qui per sopravvivere" e maschera il suo razzismo becero e disgustoso con la "lotta al racket".
Duecentoventisette PERSONE sono state rispedite in Libia, paese che non riconosce il diritto d'asilo e -nella "migliore" delle ipotesi- li rimanderà a casa loro, con tutto quello che questo può significare.
Le Nazioni Unite (e non i fricchettoni dei centri sociali o gli amici dei terrorirsti) ci fanno sapere che la mossa di Maroni è "preoccupante", dal momento che nessuno si è premurato di sapere chi e perché era su quel barcone.
Medici Senza Frontiere ricorda che "Nel maggio 2005, la Corte europea dei diritti umani ha condannato le procedure del rimpatrio forzato disposto dal governo italiano perchè lesive del diritto d'asilo. Allontanare persone dall'Italia senza averle identificate e senza permettere l'accesso, per chi ne ha diritto, alle procedure sul diritto d'asilo è un comportamento illegale al di fuori di ogni legislazione nazionale ed internazionale".

Ma alla fine erano quasi tutti negri e a Maroni non gliene frega niente.

Intanto a Milano tale Matteo Salvini, parlamentare leghista, dice che sarebbe bene avere delle carrozze della metro "per soli milanesi".  Raffaella Piccinni, leghista pure lei, rilancia spavalda: posti separati per gli extracomunitari, in nome della sicurezza.
Quando si è accorto che persino suoi colleghi del PDL credono che sia una stronzata razzista degna del ventennio, Salvini si corregge: "La mia proposta sarà valida fra dieci anni se la sicurezza nei trasporti pubblici meneghini non cambierà. I posti saranno riservati ai milanesi sì, ma di qualsiasi razza e colore. Chi mi critica non ha mai preso certe linee a rischio. Lo faccia, e cambierà idea".

Tutto questo mentre la maggioranza blinda il decreto sicurezza, razzista, xenofobo, fascista.

4 commenti:

  1. utente anonimo7 maggio 2009 20:58

    grande salvini... spero di beccarti in giro da solo un giorno per strada, e spero che non ci sia nessuno intorno... ma dopo diventerei come te e questa sarebbe la cosa peggiore... anche se lì per lì un bello sfogo non sarebbe male...

    a.

    RispondiElimina
  2. Salvini era pirla anche prima di questa proposta. Non credo abia mai preso un tram in vita sua altrimenti saprebbe che, specie in orario di punta, metro e tram a Milano come in tutte le altre città del mondo diventano ingestibili per affluenza. Hanno tolto i bigliettai per risparmiare e adesso mettono i guardiani sui tram? Ma vai a cagre e tu Maroni sai dove te lo puoi mettere il tuo strumento? E m0' suona.

    RispondiElimina
  3. I leghisti si offrono di risolvere il problema del tuo pianerottolo spostandolo su quello del vicino. Chi li vota è così ignorante da pensare che esista solo il suo pianerottolo. Chi li appoggia e li usa politicamente costruisce pianerottoli invece di piazze, moltiplicando le leghe e isolando le persone. In una piazza tutto questo non succederebbe. Ma siamo in pochi a volere che in questo paese ci si trovi tutti nello stesso posto a parlare.

    RispondiElimina
  4. Se però due nerissimi nigeriani immigrati illegali fermano un (italico) pazzo che aggredisce due vecchietti a martellate (mentre altri italici spettatori stavano a guardare) se ne parli poco o nulla. Solo l'opposto sarebbe gradito.

    Meglio spaventare le Mammine Italiane col rischio che al nido o a scuola i loro preziosi pupetti sovrappeso viziati e lobotomizzati dalla tv possano trovarsi gomito a gomito con figli di clandestini!!!

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.