lunedì 25 maggio 2009

Papi (ancora)

A me in realtà tutta 'sta faccenda di Noemi mi ha rotto quasi subito e volutamente ho evitato di commentare, di dire quello che penso. La trovo una vicenda squallida e volgare.
Solo che poi leggo su Repubblica l'intervista all'ex ragazzo della tizia e mi assale una sensazione di schifo che ancora non avevo provato.
Ora, ovviamente non so se il racconto risponda al vero, certo è che pensare che il presidente del consiglio del mio paese si porti a Villa Certosa delle ragazze che alloggiano nei suoi bungalow mi fa pensare.
E mi fa schifo, ma tanto. E non mi fa schifo solo l'ospitante. Non riesco a non chiedermi cosa possa esserci nella vita di una ragazza che monta su un aereo e va al festone di Capodanno in Sardegna. Qual è la massima aspirazione di una ragazza come queste? Televisione? Cinema? E l'orgoglio? E la stima di sè? Boh, magari c'ha ragione Silvio: sono piena di odio e invidia sociale: noi donne di sinistra siamo più brutte (lo disse lui) e su quell'aereo non mi ci avrebbero fatta salire.

4 commenti:

  1. Tesora, probabilmente non avrebbe fatto salire neanche me, ma anche se mi avesse invitata la mia mamma mi avrebbe riempita di ceffoni, chiusa in punizione fino alla maturità (e visto che a 17 anni fai la quarta mi aspettava almeno un anno e mezzo di clausura).
    Poi avrebbe denunciato il premier per tentata corruzzione di minore: Se un settantenne invita una diciassettenne una settimana a casa sua, mettiamo che non abbia davvero avuto cattive intenzioni, ma a pensare male si fa peccato ma spesso ci si imbrocca.
    Mamma sarebbe andata dai carabinieri di corsa con il mio cellulare come prova delle telefonate!

    Il probelma è che non ci sono più le mamme di una volta!

    Kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  2. Da Mara Goretti Carfagna (che dopo aver fornito materiale di studio a tutte le facoltà di ostetricia con i suoi casti calendari oggi sembra una di quelle pudibonde zitelline vittoriane che svenivano all'udire la parola "gamba") alla mestizia di Noemi che protetta dal "papi" si appresta a ballare sul cubo prima di farlo in Parlamento.
    Questi i valori italiani, no? Il dio danaro e la dea tivù, la famiglia alla cavolo, con figli e figliastri, amanti e maitresse e "papi" generoso, la moralità smutandata, gli alti valori della cultura... televisiva.

    Voglio espatriare.

    RispondiElimina
  3. però cazzo se ci andavi ti imbottivamo per bene di tritolo ....

    RispondiElimina
  4. Azzurra, mia madre mi avrebbe gonfiata e mio padre (ateo blasfemo convinto come me) mi avrebbe chiusa in convento...

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.