venerdì 19 giugno 2009

Scuola

Io sono tra quelle persone strane che pensa che lo Stato debba garantire a TUTTI il diritto allo studio.
Penso addirittura che anche l'Università dovrebbe essere gratuita.
Se poi a trent'anni stai ancora a fare un cazzo, allora inizi a pagare per non occupare il posto di chi studierebbe davvero.
Sono tra quelle persone che credono che una buona educazione sia la base per formare un buon cittadino.
Difendo la scuola pubblica e laica, difendo lo studio di quelle cose "inutili" come il greco, il latino, la storia...
Sono strana, lo so...

Comunque, la ministra dell'Istruzione, dice che lei "pensa" a una riforma che dia la possibilità di accedere a un bonus a chi vuole frequentare" le scuole paritarie.
Ora, io credo che se uno vuole mandare la propria prole a studiare in una scuola privata sia liberissimo di farlo, ma senza nessun tipo di aiuto economico dallo Stato.
La scuola pubblica e l'Università sono allo sfascio: i genitori fanno le collette per comprare la carta da culo per i figli, le Università costano sempre di più e sembrano dare sempre meno e questa pensa al bonus per mandare i pupi alla scuola privata o paritaria.

Ma di che mi stupisco ancora?

3 commenti:

  1. che poi diciamolo!
    Ci vorrebbe così poco per far andar bene le cose!

    RispondiElimina
  2. Proprio vero... la cultura incute paura, soprattutto se viene diffusa su larga scala e se le persone comuni (non ministre né veline) sono più colte dei "figli di papi" e dei loro menestrelli....

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.