venerdì 28 agosto 2009

10 domande

Stamani quando ho comprato il giornale (La Repubblica) ho sorriso leggendo il titolo in prima pagina.
"Berlusconi va dai giudici e fa causa alle 10 domande".
Insomma, mi è venuto da ridere, come quando ho letto che Zaia dice che loro sono nientepopodimenoche "i nuovi crociati".

Poi però uno pensa.
E pensi che non è normale fare causa a un giornale che ti fa delle domande, anche se non le trovi giuste, anche se le credi lesive della tua persona, anche e soprattutto se sono illazioni, spazzatura, menzogna.
Se sentissi di uno che va in giro a dire che "Arguzia ha votato il SindacoDegliAltri", io mi sgolerei per urlare la falsità di queste parole. Se uno mi chiedesse "è vero, Arguzia, che vieni da una famiglia fascista?" io farei immediatamente una conferenza stampa in mondo visione per smentire il bugiardo diffamatore.

Lui no.
Lui ha scherzato, s'è arrabbiato, s'è accigliato, ma non ha mai risposto alle 10 domande di Repubblica.
Domande praticamente ignorate dai Tg nostrani e che invece riempiono i media del resto del mondo.
Con la denuncia Berlusconi vuole dare un avvertimento: chi è contro di me, paga.
Chiaro come il sole.


Firmate QUI, se credete che la libertà di stampa sia un valore.

3 commenti:

  1. Firmato!!!
    Cmq secondo me questo è un autogol...
    anche se ci vorranno 4-5 anni daranno torto marcio al cavaliere, inoltre questa mossa non troppo geniale dimostra l'incosttuzionalità del lodo Alfano...

    Lo dice papà che è avvocato!
    W il mio Papà che le sa tutte!!!

    kisses
    Azzurra

    RispondiElimina
  2. Se tu fossi al posto suo, e qualcuno ti facesse 10 domande del tipo :
    1) Da quanto tempo fai la puttana?
    2) Quante clienti ti fai al giorno?
    3) ti piace fare la prostituta?
    Ecc. ecc.
    Non credo proprio ti farebbe piacere, inoltre sono convinto che giudicheresti questo tipo di domande non degne di risposta.in ogni caso non è il tuo comportamento che deve essere giudicato, ma quello di chi si permette di invadere la tua vita privata con tale gretta cialtroneria!
    E non tiriamo in ballo la libertà di stampa, per favore...sono state dette le più grandi cazzate di questo mondo...roba da vomito.
    ...E poi, hai visto, se qualcuno che la pensa diversamente si permette di adoperare le stesse strategie nauseanti di Repubblica e company, ciò vuol dire che il "regime" ha deciso di zittire la libertà di stampa...tutto ciò è ridicolo, mi sembra di sognare.
    Ti saluto, senza acredine...ma con una punta di simpatia.
    Mi auguro che i tuoi pensieri non siano dettati da odio politico, ma siano sempre predisposti a cercare di capire.

    RispondiElimina
  3. 1- non faccio la puttana, non l'ho mai fatto e sfido chiunque a portare davanti a un giudice prove che affermino il contrario.
    2- non essendo una puttana, non mi faccio nessun cliente.
    3- non essendo una puttana, non può piacermi essere una prostituta.

    Fatto. Senza troppi drammi.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.