venerdì 1 gennaio 2010

Buon anno

Buon anno a tutti.
Agli operai che domani non torneranno al lavoro e alle loro famiglie, che hanno poco da festeggiare.
Ai disoccupati che resteranno tail.
Ai precari che come al solito se la prenderanno lì dove non batte il sole.
Agli immigrati che in un paese come questo non avranno nessuna possibilità.
Alle donne che dovranno continuare a lottare per una parità seria che non sia il "contentino" di una politica miope e maschilista.
Ai bambini e ai ragazzi imprigionati in una scuola allo sfascio.
A tutti noi che da oggi siamo un po' più poveri.

6 commenti:

  1.  buon anno anche a te 
    io torno a scuola a scuola giorno 7 =_="

    RispondiElimina
  2. Buon anno di merda, insomma.

    Sciuscia

    RispondiElimina
  3. In parole povere, buon anno e cercate di prenderlo il meno possibile in culo.

    RispondiElimina
  4. a me negli anni danno fastidio le cifre pari e quelle tonde.. non si può fare un condono per il 2009-bis e ce lo teniamo un altro pò?

    RispondiElimina
  5. Mah, a me 'sto 2009 in realtà m'aveva pure un po' rotto le palle...

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.