sabato 27 marzo 2010

Mi dispiace...



Mi dispiace, ma io alle minacce a Berlusconi, a un gruppo di femministe anarchiche che manda bombe alla Lega non ci credo.
Non ci credo nemmeno un po'.
Sono malfidata, senza dubbio, ma è una coincidenza talmente perfetta che non può non puzzare.

Questa campagna elettorale per la destra è partita malissimo: il capo sta navigando nella merda, il suo primo alleato expostfascista ha preso talmente tanto sul serio il suo ruolo di presidente della Camera (e soprattutto di successore designato) che sta esagerando con gli appelli al buon senso. Gli avvocati non sanno più come negare che Mills e Berlusconi siano legati a doppio filo e quelle merde di giornalisti comunisti non si arrendono al silenzio imposto.
Se poi uno ci mette un coglione che va a mangiare un panino invece di consegnare le liste il quadro è ben drammatico.

E non basta parlare di "
gladiatori della libertà" che nel Lazio hanno il compito di evitare di far annullare schede nulle.
Ci vuole qualcosa di più.
E allora BUM!
Torniamo agli anni di piombo, aiuto aiuto! Votate il partito dell'amore!

Mi dispiace, ma io a sta roba non ci credo.
E come le Donne di Femminismo a Sud preferisco le
bombe alla crema (fritte, ovviamente).

4 commenti:

  1. ho appena letto delle accuse di Gasparri a Di Pietro.. non sanno più che pesci pigliareee!!ciao!

    RispondiElimina
  2. .. e dimenticavo la battuta di SB alla Polverini sul suo "ius primae noctis" sulle candidate di destra..  parliamone...

    RispondiElimina
  3. Terrificanti entrambi. Al solito.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.