lunedì 10 maggio 2010

Lettera



Caro Giorgio,
mi chiamo Arguzia, sono una trentenne romana, molto di sinistra e terribilmente Romanista: la Roma per me nun se discute, ma se ama e per quanto mi riguarda c’è solo un Capitano.

Quando t’hanno eletto, camminavo felice per i corridoi del mio ufficio (un luogo “nemico”) cantando “su  comunisti della Capitale, è giunto alfine il dì della riscossa... andremo ad innalzar sul Quirinale bandiera rossa!”.

T’ho difeso un sacco di volte, anche quando francamente eri indifendibile e mi sono presa così tanti “vaffanculo” che non credevo potessero venire sopportati da una persona sola.
Poi in effetti ho smesso di farlo perché non ho capito più.
Voglio dire, io lo so che se te non firmi una cosa una volta va bene, la seconda pure, ma che dopo un po’ o firmi o ti dimetti (e a quel punto gli scenari sono -se possibile- ancora peggiori), ma certo per chi come me crede che la legalità e la decenza dovrebbero guidare l’operato di un politico, ad un certo punto la faccenda è diventata pesante.

Poi la Coppa Italia.

Il mio Capitano fa una cappellata. Una grande cappellata.
Avrebbe dovuto aspettare la fine della partita, farsi la doccia, asciugarsi, uscire dallo stadio e andare da quel coglione di Balotelli per spiegargli due o tre cose, ma non s’è saputo tenere.
Ha sbagliato, non si fa.
Me lo diceva sempre anche Nonnetta quando ero piccola e manesca: “se ti provocano, sii superiore, non rispondere e non alzare le mani”. Quella cosa del “passare dalla parte del torto”, insomma.

E tu parli.
Tu prendi una posizione netta, dura, di condanna senza appello.
Una posizione dura come non t’ho mai sentito fare.
Manco quando hanno ammazzato Cucchi.
Manco quando Bertolaso andava a farsi fare i massaggi.
Manco quando Berlusconi andava alle feste delle ragazzine.
Manco quando i leghisti si puliscono il culo col tricolore.
Manco quando Scajola ha detto che avrebbe acclarato.
Manco quando la polizia pista un ragazzetto in motorino e lo arresta a buffo perché secondo loro aveva fatto a botte dopo la partita.
 
Boh, io a ‘sto punto non ti capisco più, Giorgio. Davvero.
Sarai mica laziale?
 
Tanti cari saluti e sempre Forza Roma,
Arguzia.

9 commenti:

  1. temo che sia solo un pò..ahem..come dire...che sia passata la data di scadenza, ecco.Se leggi bene sulla pelata c'è scritto:"da consumarsi preferibilmente etro il 1998"Poi uno a rischio e pericolo suo lo apre lo stesso e le conseguenze le vediamo tuttiNo, davvero, io che sono neutrale posso veramente dirlo: ma che cazzo c'entra il presidente della repubblica con i falli sul campo di calcio?? ma guarda quelli che ti fanno nella TUA area di rigore, invece di stare a sindacare i moscerini nell'occhio degli altri!!!!Punzy

    RispondiElimina
  2. utente anonimo11 maggio 2010 00:28

    Il nostro Presidente si è preoccupato per la violenza negli stadi, e quindi anche per gli episodi che la possono fomentare.  Secondo me ha fatto benissimo.  Un po' meno bene fanno coloro che lo trattano senza il rispetto che gli è dovuto, sempre secondo la mia modesta opinione.

    RispondiElimina
  3. parla quando deve star zitto e viceversa

    RispondiElimina
  4. utente anonimo11 maggio 2010 01:02

    Sarebbe ora che il limite dei 70 anni come estremo per un presidente di repubblica sia  da utilizzare da subito. E' ora di dare spazio ai giovani in tutte le categorie.Gli altri paesi progrediscono e noi si resta al palo!C'è da vergognarsi.Bertoldo. 

    RispondiElimina
  5. Anonimo#1, è vero che parla per quello, ma sarebbe come se uno si preoccupasse di redarguire un lontano conoscente sulle buone maniere da tenere a tavola mentre la sua famiglia viene stuprata analmente da una mandria di bufali in overdose di cialis.

    RispondiElimina
  6. Io lo rispetto, #2, solo che credo di avere anche il diritto di criticare.Il punto, chiaramente, non è il Capitano. Il punto è che m'ha fatto "sorridere" una simile presa di posizione su una faccenda del genere quando il paese va silenziosamente (?) a puttane.

    RispondiElimina
  7. utente anonimo11 maggio 2010 12:59

    E' inutile è un presidente che firma quello che non deve firmare e parla quando non deve parlare!!!!!

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.