venerdì 28 maggio 2010

Lezioni di Storia



Che a Silvio piacesse Mussolini non è certo un segreto.
Insomma, se sei calvo, mascelluto, assetato di potere e refrattario a tutto ciò che è giusto e legale, come puoi non desiderare essere il dvce?
Solo che in Italia c’è ancora qualcuno (sempre di meno, temo) che non accetterebbe passivamente una totale deriva dittatoriale e quindi prima di diventare il nuovo dvce devi far diventare un po’ più simpatico quello vecchio: c’è sempre il rischio di finire appesi a testa in giù.

Quindi ha cominciato con la faccenda del confino, che non era proprio una punizione, ma una specie di vacanza pagata. Poi il paragone veline-camicie nere. Poi la storia del più grande statista del novecento… ah, no, quello era Fini.

Comunque, ieri c’è stato il summit (che si pronuncia come si scrive e non “sAmmit”, perdio) dell’Ocse.
E Silvio se n’è uscito con una frase che più o meno suonava così: “Oso citarvi una frase di colui che era considerato come un grande dittatore: dicono che ho potere, ma io non ho nessun potere, forse ce l'hanno i gerarchi, ma non io. Io posso solo decidere se far andare il mio cavallo a destra o a sinistra, ma nient'altro”.

Nessuno s’è alzato per sputargli o prenderlo a sediate, ma pare che StArace abbia detto ad un giornalista: “Certo sarà una battuta, magari non delle più felici, ma dal punti di vista storico è inesatta. Mussolini di potere ne aveva e ha governato con grande consenso. Forse il problema è che glielo ha raccontato la nipote Alessandra Mussolini, che di storia non ci capisce niente” (da Repubblica di oggi, edizione di carta).

Finalmente qualcuno che rimette le cose in chiaro! Basta con queste falsità storiche. Caro Silvio, se i tuoi gerarchi sono mezzi traditori, non tirare in ballo in dvce, che li avrebbe zittiti a suon di bastonate e olio di ricino.




 

2 commenti:

  1. Ieri ne parlavo con il mio ragazzo. Oltre ai soliti commenti del tipo: Stonanodemmerda, ma tu guarda se dopo ilsindacodeglialtri tocca pure ritrovasse ildvcedeipoveri and so on... ha detto un'altra cosa: "Certo bella figurademmerda... Almeno l'avesse detto a Roma, noi ce semo abituati. Ma in Europa no, cazzo così ce famo tutti n'artra figurademmerda."E c'ha ragione, pure su questo.

    RispondiElimina
  2. ciaouna frase vergognosa come è d'altra parte colui che l'ha pronunciata, ogni giorno siamo testimoni di tentativi per riscrivere la storiaun salutoErnest

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.