martedì 15 giugno 2010

Come mai, come mai, sempre in culo agli operai?


Non mi metto a parlare di Pomigliano perché io non sono una sindacalista né un'esperta di diritto del lavoro, ma la cosa mi puzza e parecchio.
Che poi sono fresca di studi sul movimento operaio e mi ricordo che mentre leggevo le storie di fabbrica degli anni 60-70 pensavo "ammazza che fichi! E' grazie a loro se c'è la pausa mensa, se posso scioperare, se il mio amico alla catena di montaggio può non passarci dodici ore di fila, che se una resta incinta non viene licenziata (buhauhahuauhauha! pare vero...) ..."
Ed ero tutta contenta.

Mo'
leggo che a Pomigliano la Fiat chiede:

Sanzioni disciplinari fino al licenziamento per il lavoratore che sciopera mettendo in discussione l’accordo con l’azienda.

Sanzioni per sindacati e Rsu che proclamano iniziative di lotta contro l’accordo: sospensione dei contributi e dei permessi sindacali.

(Che poi scioperare non è un diritto costituzionale? che si fa, una specie di deroga-Fiat alla Costituzione?)

In caso di picchi di assenteismo, l’azienda comunque non verserà i contributi per malattia, a prescindere dai controlli.

(E se io c'ho una di quelle malattie bastarde che ti sventrano? Mi levano i  soldi? E io con le medicine e le cure come faccio? Vado a battere?)

Durante le elezioni, l’azienda non permetterà il recupero dei giorni trascorsi ai seggi dai rappresentanti di lista.

Per l’azienda si può lavorare anche otto ore di fila senza la mezz’ora di pausa per il pranzo, considerata come straordinario.


(Eh, certo. Otto ore so' un cazzo quando stai in fabbica. Com'era la canzone? "Se otto ore vi sembran poche, provate voi a lavorar... e scoprirete la differenza tra lavorare e comandare...")

Uhm... qualcosa non mi torna. E mi sa che non serve essere sindacalisti o esperti di diritti del lavoro per capire che sta continuando ad andare "sempre in culo agli operai" e che se sta roba passa sarà un precedente e prima o poi i padroni chiederanno le stesse cose: perché Marchionne si e il sig. Gino con la fabbrichetta di mobili no?

 

3 commenti:

  1. GUarda cara a volte non dovrei leggerti perché mi sento male...L'ignoranza in certi casi preserva la salute mentale, per lo meno la mia, visto che è un miracolo che non sia ancora diventata un serial killer che ammazza suoi ex datori di lavoro bastardi ad accettate!kissesAzzurra

    RispondiElimina
  2. Ciaoesatto direi che non serve essere sindacalisi, qua ormai ogni giorno viene attaccato un diritto acquisito con le lotte degli anni 70 come hai giustamente indicato. Attaccano cose che ormai diamo per scontate, agendo nel silenzio, iniziando dalla Fiat per poi arrivare un giorno a dire va beh ma visto che lo abbiamo fatto li perchà no anche da voi...un salutoErnest

    RispondiElimina
  3. Poveri operai :-(Grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.