venerdì 11 giugno 2010

A mente fredda...


Provo a ragionare, alla luce degli ultimi eventi.

Che cosa è successo a questo paese?
Non parlo della gente che vota mafiosi, collusi, ladri, piduisti, quello lo hanno sempre fatto: al governo per 40 anni c’è stata da DC, mica io.

L’altro giorno l’Italia ha detto all’ONU che noi il reato di tortura non lo vogliamo perché in fondo in fondo se uno ti tortura viene comunque punito e quindi che senso avrebbe metterlo per iscritto, è solo altra carta buttata.
Certo, se poi ti tortura la polizia dentro una caserma ligure, magari la punizione sarà un po’ blanda, ma dopotutto eri un pericoloso anarco-insurrezionalista e cosa ti aspettavi, che ti lasciassero sovvertire l'ordine costituito?

Il capo del governo ha detto che governare con i vincoli imposti dalla Costituzione è un inferno, ci sono troppi brutti vincoli e si starebbe molto meglio con qualche aggiustamento a una Carta obsoleta e filosovietica.

I complici del capo di governo dicono che i negri, gli zingari, i rumeni se ne devono andare a casa senza passare dal via, magari aiutati da un bel calcio in culo, anche se tornare a casa per molti di loro è morte certa. Alla fine sti cazzi, mica gliel’abbiamo detto noi di venire qua, no?

Un governo di un paese democratico sta promulgando una legge che per esempio impedirà al padre a alla madre di Ginetto di sapere che mentre il figlio moriva per un terremoto nella casa dello studente, qualcuno rideva nel letto cominciando a contare i soldi.

C’è in atto il più grosso scandalo sessuale della storia della chiesa degli ultimi decenni e chi mi governa (insieme a chi è all’opposizione) fa sapere al santo padre che gli vogliamo tanto bene, che gli siamo vicini e che comunque non parleremo troppo ad alta voce del fatto decine e decine e decine di preti hanno violentato decine e decine e decine e decine di bambini.

E tutto questo non conta niente per la maggioranza del paese. Nessuna reazione.

Come al solito ci siamo “noi”, incazzati, indignati, imbarazzati, furibondi che ci parliamo addosso e ci sono “loro”, che se ne fregano, che la legge sulle intercettazioni difenderà la nostra privacy, che Berlusconi s’è fatto da solo, che noi comunisti non sappiamo perdere, che usiamo le puttane come arma politica e via così.

Io non ho mai trovato qualcuno che fosse in grado di spiegarmi davvero perché si vota Berlusconi.
Qualcuno che mi sapesse dire: “aho, smettila de rompe i coglioni e rifletti seriamente su quanto la tua vita è migliorata grazie a questo governo, ad esempio con l’introduzione di questo&quello e grazie alla legge che dice che bla bla bla.”
Tutti a piangere dalla mattina alla sera che non c’è lavoro, che non si arriva a fine mese, che gli affitti sono troppo alti, che i mezzi pubblici fanno schifo, che le scuole sono fatiscenti.
Ma poi quegli stessi sorridono e applaudono rapiti quando uno si alza in piedi e dice che la crisi non c’è, che va tutto bene, che l’Italia sta bella e solitaria come un fiore in un campo pieno di merda.
Possibile che in tutto il paese solo io a fine mese ci arrivo sempre con l’acqua alla gola? Solo io quest’inverno avevo il terrore di accendere il riscaldamento per paura della bolletta del gas? Solo io noto che la benzina costa sempre di più, che gli affitti sono scandalosi, gli autobus vecchi e inefficienti, che la carne costa troppo, che i “giovani” hanno davanti una vita di lavoro sommerso e precario?
Sono i miei occhi foderati di falci e martelli che mi illudono?
Dove vive il resto del paese?
O forse siamo tutti ormai così assuefatti a questo schifo che alla maggioranza scivola tutto addosso e dopo aver intraletto dell’ultimo operaio morto di lavoro corre a vedere l’ultima acconciatura di Paris Hilton?

2 commenti:

  1. quelli che votano berlusconi solitamente si nascondono  oppure ripetono quello che dice luiper il resto storicamente il nostro è un popolo abituato a stare sotto la monarchia, poi il duce, poi la dc, poi il pentapartito, poi berlusconi...resistiamoun salutoErnest

    RispondiElimina
  2. sono incazzato come una iena, guarda..

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.