giovedì 13 gennaio 2011

Lola & Silvia in piscina, ovvero le basi del femminismo.


Piscina. Sotto la doccia.

Una bimbetta mi fissa mentre mi lavo.

Lei: Ma tu sei quella che mi ha prestato il balsamo l'altra volta?
Io: Si, ciao!
Lei: Ma come ti chiami?
Io: Lola. E tu?
Lei: Silvia! Stasera sono con papà, speriamo non si sia dimenticato le cose anche oggi.
Io: Eh, anche papà mio quando mi portava in piscina si scordava le cose e poi quando mi pettinava i capelli senza balsamo mi faceva malissimo

Ancora qualche chiacchiera sui padri un po' tordi e sulla tragedia di essere ricce e poi ognuna al suo posto per vestirsi.

Silvia: Che mi metti l'asciugamano in testa? Lo sai che papà si è dimenticato una busta per le ciabatte bagnate? Mi sa che non ho i gettoni per il phon e poi oggi a scuola c'era un bambino...

Continuiamo così mentre ci asciughiamo i capelli, con lei che da sfogo alla logorrea, le signore che sorridono e io che chiacchiero.

Poi mi metto il giaccone e prendo il casco.

Silvia: Ma tu vai in moto?!
Io: Col motorino, si.
Silvia: Mio padre dice che non me lo compra il motorino quando sono grande.
Io: Ah, mannaggia...
Silvia: Dice che le femmine non lo possono guidare.
Io: [malimortaccidestammerda!] E perché?
Silvia: Perché le femmine non possono.
Io: Silvia, mi sa che tuo padre ha detto una scemenza. Non c'è niente che una femmina non possa fare perché è femmina. Le femmine possono fare tutto quello che fanno i maschi e spesso lo fanno molto meglio.
Silvia: ?
Io: Si, non c'entra niente essere femmine. Noi possiamo fare tutto.
Silvia: Si, ma se cado?
Io: Poi ti rialzi.
Silvia: E se mi vengono addosso?
Io: E se mentre esci di casa con papà vi viene addosso il tram? Che fai, non esci più per tutta la vita?
Silvia: E' vero. Papà si è sbagliato. Io da grande me lo compro da sola, il motorino.
Io: Silvia, guarda che dico davvero. Noi possiamo fare tutto.
Silvia: Ci vediamo la prossima volta?
Io: Certo.

Lo so che pare un dialogo inventato, ma è vero, potete chiederlo alla signora Elena, che ha detto a Silvia che si, le femmine possono fare quello che vogliono e nessuno deve dire il contrario.

Ho visto il padre di Silvia che leggeva il giornale fuori.

Non so se sperare che lei taccia o scatenare l'inferno.



14 commenti:

  1. io spero che scateni l'inferno

    la Volpe

    RispondiElimina
  2. Che centra? Sofia ha un papà idiota e sbadato ma non tutti gli uomini lo sono. Io ho portato per anni i miei figli in piscina e non mi sono mai dimenticato nulla e il fatto che dica che le donne non possono portare il motorino conferma che il papà di Sofia è stupido. Io non gliel'ho fatto il motorino nè al maschio nè alla femmina ma il ragionamento è un'altro: a parità di incidenti stradali, gli incidenti di moto producono molti più morti e feriti con lesioni gravi e permanenti rispetto alle auto e quindi hanno una Matiz.

    RispondiElimina
  3. Innanzi tutto, vado con gli scongiuri, ché io il motorino lo piglio ogni giorno.
    Ovviamente il padre di Sofia è un cretino.
    E poi mio padre s'è dimenticato roba, ma mi ha sempre fatto fare tutto, anche quelle cose che erano "per i maschi". Anzi, quando piangevo perché mi prendevano in giro o perché qualche maschietto faceva il bullo, m'ha insegnato a reagire, perché certo non è il pisello a rendere un maschio migliore/più forte di me. E mi sa che quel coglione che alla scuola di inglese mi menava ancora si ricorda come sono stata brava ad ascoltare papà...
    Quindi mi sa che scateno l'inferno...

    RispondiElimina
  4. Vedi, tuo padre ha centrato il punto. Il presunto problema dell'inferiorità femminile, nasce dalla mancanza di autostima in moltissime donne e la colpa è proprio di chi educa le bambine a trovare naturale e normale una condizione di inferiorità. Le differenze fisiche ci sono, per carità, ma sono irrilevanti e superabili. Non è che dobbiamo fare delle gare olimpiche tutti i giorni e spesso anzi le donne sono più brillanti e concrete.

    RispondiElimina
  5. Mmh, ti ho immaginato sotto la doccia alla parola "balsamo" e mi sono distratto dal post.


    Sì, me le cerco.

    RispondiElimina
  6. "E' vero. Papà si è sbagliato. Io da grande me lo compro da sola, il motorino"
    questa è la risposta di un bimba Molto intelligente, farà strada la bimba si si...

    RispondiElimina
  7. Ma com'era "stammerda" de padre? Descrivilo fisicamente perché già penso a 3 o 4 categorie a cui potrebbe appartenere.
    W le ricciolone! (Ahimé anche una delle mie figlie lo è)

    RispondiElimina
  8. Allora, comincio col dire che oggi i miei capelli sono eccessivamente ricci.
    Comunque: non alto, brizzolato, ben piazzato, ma non grasso. Non brutto, in fondo, anche se con uno sguardo che non sembrava particolarmente simpatico.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.