venerdì 9 dicembre 2011

Natale a Roma Capitale.

Vi ricordate la faccenda delle statua di papa Wojtyla?
È una cosa talmente brutta che mentre la città annaspava nella monnezza e la popolazione sprofondava nelle buche, il SindacoDegliAltri e l'opposizione si sono scannati per decidere che farsene.

Ora è arrivato Natale e come ogni anno tocca fare l'albero.
Quest'anno a piazza Venezia è arrivato un cono gigante ornato da una bandiera tricolore.
Francamente brutto, ma tant'è, questione di gusti.

Se non sbaglio l'ho presa dal Corriere

L'instancabile, irreprensibile, irremovibile opposizione PD, è subito partita all'attacco, senza paura alcuna: "fa schifo!" "L'albero non ricorda neanche lontanamente il tradizionale abete" bla bla bla il Natale bla bla bla tradizione bla bla bla.

In effetti sono cose importanti e imprescindibili di cui discutere proprio nei giorni in cui si approva una manovra che, tra le altre cose, toglie risorse ai Municipi, con tutto quello che ciò comporterà per noi cittadini, che dell'albero avremmo anche potuto fare a meno (venticinquemila euro).
Il SindacoDegliAltri, evidentemente memore del casino del vespasiano papale, stavolta non ci sta: dice che fa schifo pure a lui e infatti dopo manco 24 ore piazza Venezia si blocca, il traffico va in tilt e il cono natalizio scompare.

Ovviamente comincia il solito giochino, lo stesso della statua di cui sopra: io non lo sapevo, io non l'ho visto, ma ti pare che se lo vedevo lo facevo mettere, sarà di certo un complotto.

L'azienda che ha costruito e venduto l'albero (25.000 €) e tutte le luminarie (800.000 €) a Roma, però, racconta un'altra storia, che ricorda moltissimo quanto già accaduto: il bozzetto sarebbe stato inviato e approvato dal Campidoglio tempo fa. 
Quando gli fanno notare che al SindacoDegliAltri il cono non è piaciuto, il portavoce di Lucifeste risponde: "Strano che non sapesse come fosse. A settembre abbiamo mandato bozzetti, disegni e persino abbiamo illustrato al suo staff alcuni simulazioni. Mi sembra strano che lui fosse all'oscuro di tutto".

Fantastico. Di nuovo.

L'hai visto!
Non è vero!
Ma ti ho mandato i bozzetti!
Gnè gnè gnè!
Ma li hai approvati!
G n è !

Ora, a questo punto, scrivo le stesse parole usate per la statua del papa, che mi sembra possano andare bene anche in questa occasione: Se questi non sono in grado gestire una cosa simile, non è difficile capire perché la monnezza non viene raccolta, le strade sono piene di buche, i monumenti cadono a pezzi, le scuole sono allo sfascio, i mezzi pubblici indecorosi.

Ah, ora al posto del Cono di Natale c'è un orrendo presepe di metallo. Che poi se non sbaglio è lo stesso dello scorso anno.

Questa invece l'ho fregata su faccialibro.

1 commento:

  1. A me ha ricordato una cosa del genere. Mi sembra un'immagine più che appropriata per Alemanno.

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.