venerdì 13 aprile 2012

UDIcheSIAMO- sit in contro la violenza

 
http://www.udichesiamo.org/

Lettera alle sorelle di UDIcheSIAMO

Care tutte,
a mente fredda faccio un paio di considerazioni sul sit in di Roma.
E' vero, il tempo è stato infame e solo chi conosce Roma sa come sia difficile muoversi qui quando piove per ore in quel modo (sì, proprio così, manco fossimo nel terzo mondo...), ma quelle che sono state con noi a Montecitorio sanno anche quanto è bello ritrovarsi tra donne per qualcosa che ci riguarda tutte.

Alcune presenze sono state quasi "scontate": quelle donne ieri non potevano essere altrove. 
Noi donne UDIcheSIAMO, per esempio. E le mie amiche Sabrina e Carola, che hanno solo bisogno di "luogo e ora" per esserci.
E altre donne incontrate grazie alla rete, che hanno dimostrato che alle parole possono e devono seguire i fatti. 
Altre sono state per me una bellissima sorpresa, penso in particolare ad un'amica che non vedevo da più di un annoe che si è messa sul bus per essere presente, nonostante la pioggia, il freddo e i mille impegni che ciascuna di noi ha.
So che è brutto da dire, ma ormai mi conoscete un po' e avrete capito che non riesco ad evitare la polemica: anche alcune assenza sono state una conferma. 
Sono state quelle assenze che mi avevano fatto scrivere che è ora di "uscire di casa, spegnere il pc".

UDIcheSIAMO vuole "usare la dimensione virtuale per promuove un incontro reale" e penso che la grande partecipazione a questo evento in tutto il paese sia il segno che ci stiamo riuscendo. 
Penso a Giulia di Parma, che ha portato in strada venticinque persone, senza essere appoggiata da nient'altro che dalla sua passione e qualche amica o a Barbara di Massa, che si è spesa in prima persona e dal primo momento.

Certo, la strada è ancora lunga e non facile, ma so che andremo avanti.

Sono stata melensa al punto giusto, quindi vi bacio tutte e a presto.

2 commenti:

Sproloquia pure tu.