domenica 2 settembre 2012

GrandiRivelazioni, ovvero, faccio outing. [post in continuo aggiornamento]

Trovata su tumblr, non so chi l'abbia fatta, ma grazie!

Ci sono delle cose che "se sei di sinistra" ti devono piacere.
Ci sono delle cose che se non vuoi che la gente ti guardi con aria sconvolta ti devono piacere.
Ci sono delle cose che se sei una donna, di sinistra, femminista, ti devono piacere.

Basta, io faccio outing.

Non tollero Giorgio Gaber. Anzi. Lo trovo noioso e qualunquista e ogni volta che sento "la pisciata in compagnia è di sinistra" vorrei mettermi ad urlare.
Non mi piace Totò, non lo reggo, non ce la faccio. Non lo sopporto.
Idem Aldo Fabrizi.
"Bar Sport" è una delle cose più noiose che io abbia mai letto ed ho molti consigli su cosa fare con la Luisona.
Non riesco a trovare belli i baffi di Frida Khalo e non sopporto le donne che dicono che dovremmo fare lo stesso, smetterla di depilarci per combattere il patriarcato. Personalmente combatto il patriarcato anche con le gambe liscie. Ah non mi piacciono un granché manco i suoi quadri. Anzi.
Detesto Fabio Fazio, quando millantava una possibile epurazione ero felice.
Detesto pure Oriana Fallaci e ogni volta che una donna "di sinistra" la cita vorrei prenderla a ceffoni e obbligarla a rileggere le sue boiate su Islam, velo, G8.
Concita De Gregorio mi fa venire le bolle.
Ligabue dovrebbe aprire un bar e smetterla di "cantare" e continuo a non capire cosa ci trovi in lui Guccini.
"L'ombra del vento" è una boiata pazzesca e Zafon potrebbe andare a fare il ragazzo di bottega da Ligabue.
Trovo insopportabili la quasi totalità delle foto strappalacrime di gattini, cagnolini e bambini (rigorosamente malati e bisognosi di aiuto) che affollano Facebook e faccio una fatica indicibile per tenere le bestemmie.
Credo che Carmen Consoli e Alanis Morisette siano due delle cose peggiori degli anni '90.
Ho trovato "Gran Torino" un filmetto buonista e pallosissimo e mi sta talmente sul culo Clint Eastwood che mi rifiuto di vedere Million Dollar Baby.
Con buona pace di Nanni Moretti, non mi piace la Sacher, la trovo nauseabonda, troppo dolce.
Cheppalle Parigi.
Cheppalle Erri de Luca.
Odio il Pigneto e non sopporto il 99% dei suoi frequentatori.
Faccio fatica a trattenere il "vaffanculo" quando qualcuno mi spiega quanto sia migliore la sua vita da quando non ha più la tv.
"Metafisica dei tubi" di Nothomb mi ha fatto depennare il suo nome dalla lista "potenziali cose da leggere visto che tutti ne parlano così bene".
Gad Lerner mi disturba.
Non sopporto Luca Sofri. Anzi.
Sabina Guzzanti mi ha annoiata qualche anno fa e mo' non riesco manco a sentirla nominare.
Non mi piacciono i Queen e mi piacciono poco pure i Pink Floyd.
Non capisco la musica classica e nemmeno la poesia. Sarò insensibile.
I ciclisti mi hanno rotto i coglioni. Io non sono un'assassina o la causa della fine del mondo se vado al lavoro in motorino!
Schifo i film di Ozpetek e di Salvatores.
Non ne posso più di Saviano, del suo avere sempre qualcosa da dire, delle sue interminabili pause, della voce piatta, del suo gesticolare e delle frasi poetico-filosofiche con cui accompagna qualsiasi notizia debba (?) dare.
Jovanotti era meno fastidioso quando cantava "no Vasco no Vasco io non ci casco", almeno non pretendeva di essere un artista e fingendo di rappare nascondeva il suo essere fastidiosamente stonato.
M'ha rotto pure Littizzetto, che si ripete, si ripete, si ripete. Eppure ha tirato fuori delle gran perle.
Geppi Cucciari è tra le donne più sopravvalutate della televisione italiana.
La vita privata degli Obama, il loro orto, le bambine, i vestiti e la ginnastica di Michelle mi interessano quanto calli e duroni della vicina di casa.
Ho finito con immane fatica "Le memorie di Adriano" e manco m'è piaciuto.
Ho detestato "Il giovane Holden" e le sue schife anatre tanto quanto ho adorato il giovane Werther.
Mentana! Mioddio, Mentana! Quando sento dire che "il tg de La7 è il solo che si possa vedere" mi vengono degli enormi bubboni.
Fuori i Negramaro dall'Italia!
Non mi piacciono i Radiohead, gli U2 ed Elisa.
Mi hanno sempre fatto cacare i Bluvertigo e mi fa cacare Morgan.
Non m'è mai piaciuta Bjork. Non la reggo, la trovo pallosissima e angosciante.
Non mi piacciono un granché manco i REM, soprattutto Michael Stipe. Lui proprio non lo reggo.

16 commenti:

  1. evvabbè, uguale quasi tutto, ma a parte i bar Benni è (stato) un visionario e non criticarmi perché non ho tv in casa. A me fa bene, tu fai come ti pare. Comunque quando ci incontreremo ti offro una luisona, dai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io non critico: io non sopporto chi mi guarda come se fossi una mentecatta perché mi piace stare sul divano con una birra ghiacciata a guardare la TV.

      Elimina
  2. diavolo! la lista è lunga e l'outing è tanto liberatorio (come diceva Funari), non entro nel dettaglio ma condivido la maggior parte delle tue idiosincrasie passate e recenti e sul divano ci sto pure io (però la birra aspetto un attimo a berla che ghiacciata fa male :)
    ciao!

    RispondiElimina
  3. E no, a "cosa" cheppalle Parigi NO!!! :D
    anzi...me vieni a trovà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e se te faccio trovà i filetti de baccalà? eddaievviè :D

      Elimina
  4. Ammazza che lista outing... aggiungo sulla strada di Kerouac sfido a ricordare quei nomi.

    RispondiElimina
  5. Ok per Gaber, la Fallaci, Fazio, De Gregorio. I baffi di Frida Khalo fanno schifo anche a me, mi chiedo come facesse a fare sesso con quel rospo di Rivera, eppure per lei come pittrice ho un'adorazione che nasce più di vent'anni fa, quindi in tempi non sospetti.
    Ok ancora per la Guzzanti, Saviano, Littizzetto, Zafon e Sofri, altri non mi interessano e salvo Ozpetek. Ho letto Benni e mi è piaciuto 1/4 del tutto.
    La Cucciari è solo una gran furbona e tra lei e la Marcuzzi le butterei al cesso con i quintali di Activia che pubblicizzano.
    Avrei una lista altrettanto lunga, ci penso un po' e poi ci faccio un post.
    A quando l'abbuffata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Presto!!
      Sai che davanti al cibo non mi tiro mai indietro.

      Elimina
  6. Aggiungo: sono femminista-comunista-atea, e rivendico a gran voce che mi guardo con gran i telefilm da Cold Case a Criminal Minds. Rigorosamente sul divano, con gelato o pane e Nutella.

    RispondiElimina
  7. Mia cara,
    anch'io faccio outing. Tra il mare di argomenti che potevi tirare fuori, per quanto mi riguarda i tuoi gusti e i tuoi pensieri tradiscono uno sbotto chiassoso da conformisti, altro che il contrario!
    Di Gaber mi sa che hai capito ben poco se non riesci a cogliere l'ironia di quella "pisciata in compagnia", se lo additi di qualunquismo per, mi dispiace, una tua mancanza: non cogliere il messaggio del testo.
    Di Oriana Fallaci non so tu cosa abbia letto. E' stata, no no che dico? è una personalità indubbiamente forte, indubbiamente discutibili sono le sue prese di posizione. Ma per definire "boiate" i suoi pensieri mi sa che di cultura tu ragazza ci capisci ben poco.
    Ai Pink Floyd devi la tecnica per cui da ragazzina ti divertivi ad andare ai concertini vari, mentre Gad Lerner è uno dei giornalisti che più sa fare il proprio lavoro.
    Un outing serio bilancia al Male il Bene. Leggendoti viene da chiedersi chi ti credi di essere e cosa possa apprezzare una che scrive questo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Car* "Anonimo" (almeno un nick, che ci vuole. Basta un po' di fantasia.), a parte il fatto che io non mi credo di essere niente altro che quello che sono, ti volevo dire un paio di cose.

      Di Gaber ho capito quello che lui mi ha trasmesso: è una questione di percezione, credo. E se mi spieghi la faccenda della pisciata mi fai un favore.
      Di Oriana Fallaci ricordo quando chiedeva a gran voce a polizia e fiorentini di pigliare a randellate i manifestanti o quando si scagliava con fare arrogante e violento contro l'Islam. E queste per me erano e restano boiate.
      Ai Pink Floyd riconosco una tecnica ai limiti della perfezione, ma, come ho detto chiaramente, "mi piacciono poco", il che non inficia la mia capacità di riconoscerne il genio. Preferisco The Clash. So' gusti.
      Su Gad Lerner non ho dato un giudizio di merito, ma ho detto che "mi disturba", quindi anche qui mi sa che ti sei spint* un po' oltre le mie parole.
      Per quanto riguarda il "Bene" e il "Male", se vuoi ti dedico un post con tutto quello che mi piace, ma francamente non c'ho voglia di farti sapere "cosa possa apprezzare una che scrive questo".
      Bella pe' te.

      Elimina
  8. Insomma bastava che dicessi che hai gusti da tamarra :-D

    Gianni

    RispondiElimina
  9. Condivido abbondantemente le tue percezioni, non mi fa impazzire il tono provocatorio, odio tutti anche io senza eccezioni
    Caterina

    RispondiElimina
  10. Che poi, anche quando scriveva "Un Uomo" e "Inshallah" e non le era ancora partita la brocca anti-islam la Fallaci non era 'sto granchè...
    L'outing è una pratica grandiosa! Posso accodarmi?
    Saviano, la Littizzetto e Fazio hanno rotto incommensurabilmente il cazzo, e insieme sono insopportabili, alla Guzzanti preferisco il fratello Corrado e a non vedere Million Dollar Baby non ti sei persa niente, meglio Cold Case.
    Ma la mia principale idiosincrasia è per quelli che fanno i catto-comunisti e dicono che in fondo cristianesimo e comunismo non sono diversi (e poi votano gente innominabile)
    Per dire, io a Papa Wojitila non l'ho mai sopportato e tantomeno quelli, soprattutto di sinistra, che "...ma è stato un grande Papa e un uomo di pace, s'è girato il mondo"
    Sono una brutta persona?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutt'altro!
      La cosa del papapolacco manda al manicomio pure me.

      Elimina

Sproloquia pure tu.