lunedì 27 gennaio 2014

Il mio primo ciclo. Strab.

Non ricordo se di anni ne avevo 13 o 14, comunque già sapevo di cosa si trattava perché una volta da bambina avevo sorpreso mia madre in bagno alle prese con gli assorbenti e lei mi aveva spiegato che non stava morendo dissanguata ma che era una cosa naturale per le femminucce e che prima o poi sarebbe accaduto anche a me. (Dai 3 anni in su tutti i vari bambolotti della casa avevano a turno un assorbente nelle mutande e mi preoccupavo di cambiarli spesso -mamma aveva detto che ci si deve cambiare e lavare spesso- con gran dispendio di risorse).
Ricordo a scuola una mia amichetta disperata che piangeva in bagno e che mi disse che stava per morire, io, che di anni ne avevo 10, le spiegai la faccenda e andai a chiedere un assorbente alla maestra. Ma torniamo al mio.
Il mio primo ciclo fu annunciato da feroci dolori (sintomi di cui sia mia madre che mia nonna mi avevano parlato) per cui quando in bagno vidi quella macchia e chiamai mia madre lei mi disse semplicemente: "Adesso capirai perché mi incazzavo quando sprecavi gli assorbenti coi bambolotti." Tutti mi fecero gli auguri (mio padre disse a mezza bocca che era presto per sta rottura ma che era contento) e mio nonno materno uscì di casa per tornare con delle rose.


Per raccontarmi le vostre storie: ritentasaraipiufortunato@outlook.it

Nessun commento:

Posta un commento

Sproloquia pure tu.