sabato 3 maggio 2014

Il mio primo ciclo. Giulia.

Il mio primo ciclo, mi contraddistinguo per la mia solita fortuna, mi è venuto d'estate mentre ero in vacanza. 
Non ricordo esattamente quanti anni avessi ma sicuramente più di 12. 
Cosa fossero le mestruazione lo sapevo già da anni e a tutte le mie coetanee erano già venute, ma continuavo a sperare di essere l'eccezione che conferma la regola e invece un bel giorno rientrando dal pranzo trovai il costume sporco di rosso. Io, da inguaribile ottimista, sperai per un'altra ora di essermi solo sporcata con il sugo della pasta. Fui tuttavia costretta ad andare da mia madre a dirle che era il caso di andare a prendere gli assorbenti. Umiliatissima, visto che oltretutto eravamo con il mio patrigno, che all'epoca detestavo cordialmente. 
Il ricordo più nitido che tutt'ora ho era il trucco escogitato per non far vedere al povero uomo in questione gli assorbenti: mi cambiavo, mettevo l'assorbente sporco ben impacchettato sul davanzale esterno della finestra del bagno e poi facevo, di corsa e con indubbia nonchalance, il giro del bungalow per recuperarlo e buttarlo in un qualunque cestino esterno del villaggio. 
La scena migliore fu quando mia madre scoprì questo espediente e tentò, inutilmente peraltro, di convincermi che le mestruazioni fossero una cosa del tutto naturale sottolineando che "ce le ha anche la Maya! Più naturale di così" (la Maya era l'adorabile boxerina che avevamo all'epoca) al che la mia risposta fu furiosa "hanno le mestruazioni anche le ratte? e allora voglio essere un ratto!!!". 
Vi lascio immaginare la faccia allibita di mia madre. 
Quando mi fui calmata (ossia dopo un mese o due) ridacchiando mi disse che comunque mi era andata meglio che a una sua cugina a cui veniva regolarmente impedito di lavarsi qualunque parte del corpo tranne le mani e le parti intime per tutta la durata del ciclo.

La cosa dei ratti è stata impagabile. E ha evidenziato serie lacune nelle conoscenze etologiche di mia madre.

Per raccontare le vostre prime mestruazioni: ritentasaraipiufortunato@outlook.it  

1 commento:

Sproloquia pure tu.