mercoledì 20 settembre 2017

Tutte le volte che non sono stata accorta.

In risposta al tweet di cui parlavo ieri, in molti hanno lamentato la scarsa prudenza delle donne, che dovrebbero imparare ad essere più attente per evitare brutte situazioni, molestie e stupri, così stamani ho iniziato a pensare a tutte le volte in cui non sono stata abbastanza "accorta".

Di certo non sono stata accorta quando il vecchio vicino di casa mi strinse, mi mise una mano sul culo e strusciandosi ansimante mi chiese di andare con lui "alla baracchetta". Ma avevo otto o nove anni e a quell'età ci si fida. Non so se vale, ma intanto la metto in lista.

Non sono stata accorta quando sul 57 un tizio mi mise la mano in mezzo alle gambe. Gli diedi uno spintone usando lo zaino come "arma": dentro ci stava il Rocci, spero di avergli fatto male.

Non sono stata accorta insieme a mia madre quando due tizi in macchina ci chiesero "una pompa". Mamma gli corse dietro con la sua Panda 750, li affiancò e disse loro cose irripetibili. Poi mi disse "se ti succede e sei sola, strilla e poi scappa". Mi stava accompagnando a scuola, credo fosse alle medie.

Non sono stata accorta quando un tizio mi seguì dal garage fino a casa borbottando cose che non capivo. 

Non sono stata accorta quando due tipi mi affiancarono in motorino sulla Gianicolense invitandomi a fare cose con loro.

Non sono stata accorta quando il prof. di Storia delle Relazioni Internazionali mi guardava le tette durante l'esame.

Non sono stata accorta quando al mare sola qualcuno ci ha tenuto a dirmi quanto fossi "carina" e mi ha chiesto se volevo compagnia.

Non sono stata accorta tutte le volte in cui per strada mi sono stati chiesti pompini, la fica, il culo, seghe, varie ed eventuali.

Non sono stata accorta quando sul treno il controllore venne nel mio scompartimento a dirmi che sola non era sicuro, ma potevo sempre andare con lui, che si stava anche più comodi.

Non sono stata accorta le innumerevoli volte in cui "casualmente" qualche mano è finita non richiesta sul mio culo.

Non sono stata accorta quando stavo entrando in macchina e un tizio in motorino ha accostato per chiedermi dove stava via della Giuliana e poi si è tirato fuori il pisello, ha iniziato a farsi una sega e mi ha chiesto se volevo continuare.

Non sono stata accorta quando guidando il motorino coi miei bei vestitini estivi sono stata oggetto di "complimenti" non desiderati ed espliciti inviti a spogliarmi.

Queste sono quelle che mi sono venute in mente a freddo.
So che se mi fermassi a pensare ne troverei parecchie altre.

Perché se è vero che "non tutti gli uomini", vi assicuro che è verissimo che invece "tutte le donne".

A tutte noi è capitato di essere molestate, di esserci sentite a disagio o in pericolo. 
A qualcuna è andata molto peggio e non tutte sono qui a raccontarlo.

Quindi, quando piagnucolate perché le nazifemministe cattive vi trattano come bestie e avete paura che vogliano castrarvi, fate un favore, andate affanculo da soli e non fateci perdere tempo.

8 commenti:

  1. se un uomo vuole approcciare una donna in spiaggia deve trovare modi non beceri

    RispondiElimina
  2. O magari deve fermarsi a pensare che una che si sta facendo i cazzi suoi in spiaggia potrebbe non volere essere "approcciata".
    Ma capisco che non è così facile accettare che non siamo tutte lì pronte al vostro approccio più o meno becero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un momento, allora se uno è sinceramente attratto da una ragazza che speranze può avere con lei se non può nemmeno provare ad approcciarla? capisco quando uno ha un approccio becero e maleducato, ma addirittura l'approccio in se? uno deve fare pace con il concetto che uomini e donne tendono a stare insieme, o per lo meno che gli uomini cercano donne con cui relazionarsi...per cui se una ragazza è attraente, a meno che l'uomo non oltrepassa il limite della decenza e della moralità nonché legalità...ce devi sta che se glie piaci tenterà di parlarti per sedurti...se poi ti molesta comportandosi in maniera maleducata o peggio violenta, allora in quel caso è tutto un altro brutto paio di maniche

      Elimina
    2. Quindi non posso stare sdraiata a leggere e prendere il sole perché voi cercate donne con cui relazionarvi e io lo devo mettere in conto?

      Elimina
    3. Certo che puoi stare sdraiata a fare quello che ti pare. Certo che lo devi mettere in conto.

      Primo Aprile

      Elimina
  3. che la colpevolezza dei maniaci, pervertiti, stupratori e affini, sia certa e insindacabile mi pare assodato...detto questo una donna non ha la possibilità di non essere prudente quando va in giro, tanto quanto un pedone non ha la possibilità di andare in giro per strada senza fare attenzione ai pirati della strada...purtroppo gli orchi, i molestatori e gli stupratori esistono come esistono i pirati della strada, i rapinatori e gli assassini, in un semplice concetto, gli uomini malvagi esistono. e per quanto la colpa non sia nostra ma loro, degli uomini malvagi. la responsabilità tuttavia di difendere la nostra vita è nostra, per cui...dal momento che purtroppo, le donne salvo casi particolari, si trovano in una condizione di inferiorità di forza fisica e di equipaggiamento, e addestramento nei confronti dei loro nemici i Molestatori e stupratori..sarebbe bene che per la loro salute, migliorassero la loro condizione con l'aiuto della prudenza e dell'intelligenza.

    Per cui sarebbe bene che:

    1 si iscrivessero a dei corsi di arti marziali e auto difesa seri (non cazzate del tipo impara a difenderti in sette giorni) ma un iscrizione lunga e duratura...lo stato anche qualora funzionasse in questo campo può aiutarvi a tutelare la vostra salute e la vostra vita, ma in ogni caso il diritto all'autodifesa è una responsabilità prima di tutto del soggetto stesso.

    2 procuratevi un equipaggiamento e un armamento difensivo adeguato: spray al peperoncino, Taser, coltello, pistola, bastone da combattimento ogni arma possa essere efficace a garantirvi una condizione di superiorità nei confronti dell'aggressore

    3 agite con prudenza, state lontani da situazioni di pericolo e dagli sconosciuti l'ABC che si insegna anche hai bambini, perché è vero che in caso di incidente la colpa è del pirata della strada, ma è anche vero che se avessimo attraversato con prudenza e camminato sul marciapiede, pirata o no saremmo stati vivi.

    4 non uscire mai da sole, sempre con famiglia, amiche o uomini di cui vi fidate davvero...perché non è colpa vostra ma del criminale...ma gli uomini malvagi esistono occorre prenderne atto e difenderci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha letto il post? Qui si parla di professori universitari, passanti in motorino, controllori del treno,commenti, vicini di casa, gente che non si è nemmeno avvicinata.
      La sua risposta a questo commento mi sembra alquanto fuori luogo e anche un po' offensiva...è proprio perché un uomo si permette di scrivere "per cui sarebbe bene che... " che si permette poi di fare tutto ciò che è stato elencato sopra non ritenendolo grave perché non c'è violenza. Non sono gli orchi e gli stupratori il problema (o per lo meno non solo) è il fatto che si riduca tutto a orchi e stupratori.
      Ci pensi, perché del suo teaser, a un colloquio di lavoro, me ne faccio ben poco.

      Elimina
    2. Ma infatti! Basta con 'sta fissazione di fare nuoto e voler uscire da sole la sera.
      A casa o al massimo con la famiglia a seguito.

      Elimina

Sproloquia pure tu.